Ecco chi sono i vincitori del premio Galileo

Una serata di gala e ospiti d’onore, in un autentico gioiello architettonico del primo ’900. Questo scenario ha fatto da cornice alla cerimonia del «Premio Galileo», giunto alla 12ª edizione, che si è tenuta mercoledì nei locali dell’Istituto Statale d’Arte di Porta Romana a Firenze. Tra i premiati Pier Francesco Guarguaglini, Lucia Bosè e Ingrid Betancourt. A ritirare lo speciale «Premio Galileo per la Libertà del pensiero», assegnato all’ex candidata alle presidenziali colombiane dal 2002 ostaggio delle milizie delle Farc, la figlia Melanie. Il premio a Ingrid Betancourt, «per il suo straordinario impegno civile e la sua coraggiosa resistenza», è stato deciso all’unanimità dalla giuria internazionale composta da Irene Papas, Jack Lang, Irina Strozzi e da Marco Giorgetti.
Gli altri riconoscimenti sono andati al presidente e ad di Finmeccanica Pier Francesco Guarguaglini (premio «Leonardo Genio di uomo»), all’attrice Lucia Bosè (premio alla carriera), al direttore d’orchestra americano James Conlon («Una vita per la Musica Giglio d’oro»), al giovane compositore canadese Guillame Cotè («Una vita per la Musica Pentagramma d’oro»), al regista e filosofo francese Claude Lanzmann («per la cultura»), alla stilista Frida Giannini («Leonarda Genio di Donna») e alla star del flamenco Sara Baras («Giglio d’oro per la Danza»).