Ecco Chiara Baschetti

La top model sarà la spalla del conduttore: "Al Festival vorrei un ruolo in cui interagire con simpatia con Bonolis"

Roma - Ma che sorpresa. Bonolis l'ha nominata a bruciapelo l'altro giorno a Sanremo presentando i suoi primi scampoli di Festival e tutti giù a chiedersi: Chiara chi? Chiara Baschetti, please, top model italiana, anni 21 (22 a fine marzo), misure 88 – 64 – 90, nata a Rimini, già premiata dalle copertine di Elle o D La Repubblica delle Donne e così tanto richiesta da Cavalli, Valentino, Ralph Lauren e Gaultier che il suo agente, il bravo Marco Amato della Beatrice Models, diventa matto per tenere tutto sotto controllo. Insomma, già la Baschetti fa quella vita parallela e luminosa di chi scende dalla passerella solo per prendere l'aereo. E la fa con quella passione che solo i ventenni conservano alla faccia della fatica.

In più, se lei firmerà il contratto, ci sarà pure il Festival di Sanremo prossimo venturo, roba da tremarella. «L'ho saputo dalla radio mentre guidavo la macchina e per poco non mi è preso un colpo», ha detto sua madre Luana. A tutti gli altri il colpo verrà probabilmente quando vedranno la figlia sul palco dell'Ariston. Gli esperti di moda la paragonano a Cindy Crawford e scusate se è poco. E quelli di televisione pensano che al Festival potrebbe essere una sorta di Madre Natura alla maniera di Ciao Darwin: bellissima, silenziosa, di una eleganza mozzafiato. Avete presente? Per di più dovrà anche fare i conti con qualche boy del tipo spalle e palestra come l'inglese David Gandy, che arriverà al sabato sera. Intanto lei è a New York, dove – ça va sans dire – ha appena sfilato e, se le chiedi di Sanremo, risponde pari pari: «Tutto è cominciato tre anni fa».

Scusi?
«Proprio così, poco più di tre anni fa. Mi hanno contattato nei mesi precedenti il Festival di Sanremo del 2005 e ho anche incontrato Bonolis, che allora stava per presentare la sua prima edizione. Però ero ancora minorenne e quello che cercavano non corrispondeva alla mia immagine un po' "bambina"».

Intanto a mandare tutto all'aria ci aveva pensato Fiorello. Bonolis voleva mantenere il segreto assoluto e invece lui aveva spiattellato tutto durante «Vivaradiodue».
«Diciamo che lui diede una notizia che mi fece anche un bel po' di pubblicità. Ma il suo racconto non rispecchiava la realtà dei fatti».

E poi?
«Sono stata contattata anche l'anno successivo per il Festival condotto da Giorgio Panariello».

Però anche lì saltò tutto.
«Decisi che non era il momento di affrontare un'esperienza del genere. Un po' perché non mi sentivo pronta. E un po' perché stavo seguendo altri progetti lavorativi che mi impegnavano dal mattino alla sera».

Anche oggi è una delle modelle più richieste. Eppure Sanremo è di nuovo qui.
«Diciamo che il segreto è stato nel tempo trascorso e nelle esperienze che ho affrontato in questo periodo. Negli ultimi anni ho riflettuto e sono cresciuta dal punto di vista umano e professionale. Perciò siamo di nuovo in trattativa. E questa volta mi sento più sicura e più pronta».

Ma non ha ancora firmato il contratto.
«Se dovessi affiancare Bonolis al Festival sarebbe un grande onore e, nello stesso tempo, una grande responsabilità».

Ci mancherebbe.
«Ovviamente nei limiti delle mie capacità, visto che come presentatrice sono molto inesperta».

Sul palco quale ruolo vorrebbe? Insomma come se lo immagina il suo Festival di fianco a Paolo Bonolis e a Luca Laurenti?
«Vorrei un ruolo carino».

Per forza, è una top model.
«Ma sogno anche una parte che rispetti il mio modo di essere e le mie capacità di presentarmi al pubblico».

Insomma, riassuma il suo obiettivo.
«Allora mi piacerebbe interagire in modo simpatico e intelligente con la coppia Bonolis e Laurenti. Per di più senza...».

Senza?
«Senza apparire in modo scontato o volgare».