Ecco il ciclone balcanico della Kocani Orkestar

Stasera all'Auditorium la Kocani Orkestar presenta il nuovo album «The ravished bride». Il disco esce a sette anni di distanza dal precedente «Alone at my wedding», sette anni in cui il gruppo ha alternato lunghe tournée a prestigiose collaborazioni (Vinicio Capossela, Paolo Fresu, Antonello Salis, Cibelle, Balkan Beat Box) e ha visto crescere la sua popolarità. Non è possibile costringere «The Ravished Bride» in un ambito musicale, nonostante le evidenti origini balcaniche: ci sono epiche canzoni d’amore, interpretate dalla voce di Ajnur Azizov, che accompagnano il gruppo verso un nuovo pop est-mediterraneo; ci sono sorprendenti rivisitazioni di classici tradizionali messicani («La Llorrona»), mentre i brani strumentali non disdegnano atmosfere surf, dando vita a una sorta di rock balcanico.