Ecco le dieci domande per sopravvivere nella giungla del ticket

A Ecopass o ticket d’ingresso, dove si paga?
Dal 2 gennaio 2008 si pagherà per entrare nella Cerchia dei Bastioni. La circonvallazione più interna della città, quella delimitata dai viali Regina Margherita, Bianca Maria, Majno, piazza Oberdan, Repubblica, Porta Nuova, Piazza XXV Aprile, Porta Volta, largo V Alpini, viale Papiniano, Porta Genova. In totale un’estensione di 8,2 chilometri quadrati, su un’area totale del comune di 182.
B Quando e quanto si paga?
Dal lunedì al venerdì dalle 7,30 alle 19,30. Non si paga, invece, il sabato, la domenica e tutti i giorni festivi. Le tariffe giornaliere saranno di 2 euro per i veicoli a benzina euro 1 ed euro 2; 5 euro per i diesel euro 1, euro 2 ed euro 3, i veicoli commerciali a benzina euro 0, i veicoli commerciali diesel euro 3 ed euro 4; 10 euro per i diesel euro 1 ed euro 2.
C Chi può circolare senza pagare?
Veicoli a benzina euro 3 ed euro 4, diesel con filtro antiparticolato, diesel euro 4, veicoli elettrici o ibridi, veicoli a gpl, veicoli a metano
D Moto e ciclomotori pagano?
No. Nessuna moto o ciclomotore paga.
E Come e dove si paga?
Si può pagare anticipatamente, oppure circolare liberamente e mettersi in regola entro le successive ventiquattr’ore. Si potrà pagare da tabaccai, edicole, uffici postali, sportelli dell’Atm. O col bancomat negli sportelli Banca Intesa e Unicredit. Ma anche via internet, collegandosi al sito del Comune (www.comune.milano.it). Allo studio anche la possibilità di utilizzare il telefonino con un sms. Per qualunque informazione ci si può già rivolgere al centralino del Comune (02-0202) che fornisce tutte le informazioni.
F A chi non paga cosa succederà. Ci sono differenze tra milanesi e non milanesi?
Le telecamere piazzate nei varchi fotografano le targhe delle auto in ingresso. Dopo ventiquattr’ore per chi non paga scatta la multa che sarà di 71 euro. Non c’è nessuna differenza tra residenti dentro la Cerchia, milanesi e non milanesi. Tutti pagheranno le stesse cifre.
G Sono previsti abbonamenti?
In un primo momento sembrava che i residenti avrebbero avuto abbonamenti scontati a 50, 125 e 250 euro all’anno. Ma, dopo i pareri contrari della Corte dei conti e del ministero dei Trasporti, il sindaco Letizia Moratti è stata costretta ad abbandonarli. Per ora non sono previsti vantaggi per chi abbia un abbonamento Atm.
H Tutti pagheranno il prezzo intero?
È allo studio un’ipotesi per mettere in vendita carnet scontati. Del 50 per cento (1, 2,50 e 5 euro al giorno) fino a 40 ingressi all’anno. Da 41 a 80 entrate lo sconto scende al 25 per cento (1,50, 3,75 e 7,50 euro al giorno). Tariffa intera, e dunque 2, 5 e 10 euro per chi supera gli 80 ingressi in un anno.
I Quale sarà la spesa massima?
Chi entra tutti i giorni a Milano (250 volte, sabati e festivi sono gratis) potrebbe, a seconda delle tre classi inquinanti, arrivare a pagare 400, 1.100 o 2.200 euro all’anno. Al momento non sono previste agevolazioni per commercianti, artigiani e chi entra nella Cerchia del bastioni per andare a lavorare.
J Quale sarà l’incasso totale e come saranno utilizzati i ricavi?
L’incasso previsto sarà di almeno 40 milioni di euro all’anno. E l’impegno del sindaco Moratti è di riutilizzarli tutti per le politiche della mobilità. Incrementando cioè il trasporto pubblico e finanziando le infrastrutture (strade e metropolitane).