Ecco dove si vota per le amministrative

Si vota per le amministrative a maggio (la data esatta non è ancora fissata) anche in molte località di Liguria, Basso Piemonte e Toscana che sono tradizionali aree di diffusione del «Giornale». Gli elettori andranno alle urne a Genova, per il rinnovo dei consigli comunale e provinciale, e a La Spezia, sempre per Comune e Provincia. Ma tutte e quattro le province liguri saranno interessate al rinnovo di alcuni consigli comunali arrivati al termine del normale ciclo amministrativo o sciolti anticipatamente per dimissioni o decesso del primo cittadino, con conseguente scioglimento dell’assemblea elettiva. In provincia di Genova, si voterà a Pieve Ligure (per la morte del sindaco in carica, Bozzi), ad Arenzano (sfiduciato Gambino), a Rovegno, e pure a Rapallo (a seguito della sfiducia al sindaco Capurro; in questo caso si tratta di Comune con più di 15mila abitanti, e quindi soggetto a ballottaggio fra i due candidati più votati al primo turno se nessuno ha superato il 50%+1 dei consensi). Possibile ricorso alle urne anche a Ceranesi (dimissioni del sindaco Calorio). In provincia di Imperia, andranno ai seggi gli elettori di Bordighera, Pieve di Teco, Pornassio e Ventimiglia (qui con eventuale doppio turno), oltre a Taggia (dopo la vicenda giudiziaria e le conseguenti dimissioni del sindaco Barla). Resta in sospeso il caso-Sanremo, dove in questi giorni si potrebbe verificare la crisi del governo della città, e quindi il ricorso alle urne. Nello Spezzino, si voterà, oltre che nel capoluogo, anche a Lerici e Ortonovo. Infine, a Savona urne aperte a Boissano, Altare, Borghetto Santo Spirito, Calizzano e Giusvalla (qui, voto anticipato), nonché a Cairo Montenotte (per la scomparsa prematura del sindaco Chebello). In provincia di Alessandria, nell’Acquese saranno chiamati a votare gli elettori di Acqui Terme (eventuale ballottaggio) e Alice Bel Colle, mentre nel Novese si voterà a Carrosio e Serravalle Scrivia, e nel Tortonese a Carezzano. Infine, in provincia di Lucca, urne aperte a Camaiore (con possibilità di doppio turno) e Forte dei Marmi, mentre in provincia di Massa Carrara si voterà, fra l’altro, anche a Carrara (con possibilità di tornare alle urne due settimane dopo per il doppio turno).