Ecco a Erba i caprini del banchiere

Andrea Grignaffini

Casalino d'Erba, un piccolo paese sulle colline sovrastanti Erba, in provincia di Como. Salendo le stradine tortuose del paese si arriva poco sotto il monte Barzaghino. Qui vive la famiglia Corti: Alessandro, detto Franco, sua moglie Renata e le tre figlie Valentina, Martina e Federica. La strada termina proprio davanti alla loro abitazione, dalla quale si gode una vista davvero incredibile sui laghi con Milano al limitare dell'orizzonte. La casa è circondata da settantamila metri quadrati di terreno e qui hanno trovato sede progetti inimmaginabili. Già, perché Franco e Renata, innamorati della natura e con il piacere di perpetuare una secolare tradizione di famiglia, allevano capre di razza Saanen con oltre cento esemplari. Il padrone di casa, infatti, mostra una vecchia guida, Guida alle Prealpi Comasche, antesignana delle moderne guide gastronomiche, del maggio 1885, in cui Casalino è citato per la bontà dei suoi caprini. Verissimo: lo verifichiamo oggi. Ogni giorno con il latte si producono 180 caprini che tutta la famiglia alla sera, seduta attorno al grande tavolo di cucina, prepara con cura raccontando gli avvenimenti della giornata, l'amore per le capre e i loro prodotti. Questa è oggi una storia strana da raccontare se si considera che Renata, la regina della casa, è d'origine milanese, e gli altri membri della famiglia non appartengono a questo mondo rurale. Franco è un banchiere che si occupa giornalmente di private wealth management e le figlie studiano in città, ma ogni sera si ritrovano tutti lassù a casa Corti a prendersi cura della terra, delle capre e a produrre caprini. Le tipologie sono: freschi (un giorno), di media stagionatura (due settimane), di lunga stagionatura (un mese e mezzo). Ma non finisce qui, infatti vendono anche capretti da latte, di immensa bontà e tenerezza (Renata confessa che non se la sente di mangiarli dopo averli allevati con tanta cura e amore), e ancora salumi, naturalmente di carne ovina. Ma questa laboriosa famiglia ha in serbo altri progetti per il prossimo futuro: olio e vino che già producono per le loro necessità. Un olio delicatissimo, con purezza e personalità assoluta ricavato dalle sue piante di ulivo di varietà frantoio, leccino e pendolino sulle quali appendono la cagliata a sgocciolare in una poetica simbiosi tra olio e formaggio come nei ricordi di un tempo lontano. Ma ora sta per iniziare anche il progetto enoico: il Ticino è a un tiro di schioppo. Così come i suoi raffinati Merlot. L'autarchia fa rima con poesia.
L’Azienda Agricola La Ronca è sita in via ai Ronchi 13 a Casalino d'Erba (Como); per ogni informazione 031.623163.