«Ecco come ho visto prendere lo spacciatore»

Ha seguito gli appostamenti e, alla fine, ha assistito anche alla cattura dello spacciatore «in diretta». È accaduto ieri in via Assarotti dove Luciano Ardoino, titolare di un elegante negozio di fiori, è stato testimone di una rocambolesca azione di polizia che ha condotto in manette uno spacciatore che aveva preso di mira la scuola Leonardo da Vinci (ex Arecco) e i suoi giovani studenti.
L’uomo, evidentemente un personaggio noto alle forze dell’ordine, agiva da tempo indisturbato davanti all’istituto cercando di catturare nuovi «clienti». Una situazione che ha fatto temere i genitori e parecchi abitanti della zona. Così sono scattate le prime denunce e sono partite le indagini, per individuare, con una certa velocità, l’odioso spacciatore.
I poliziotti, coadiuvati anche da personale dell’Arma in borghese, hanno monitorato per diversi giorni la situazione, attendendo il momento opportuno per entrare in azione. Ed è accaduto ieri, sotto gli occhi della gente in piazza Manin.
«A un certo punto, intorno alle 13.30 ho visto parecchio movimento, questo tizio che cercava di scappare e che prima di darsela a gambe ha gettato in un giardinetto alcune bustine di droga, cercando di sbarazzarsi di prove per lui pericolose - spiega il signor Ardoino -, ma gli agenti sono stati fulminei, l’hanno catturato dopo pochi metri e portato in Questura. E alla fine hanno anche recuperato la droga».