Ecco «Hot Fuzz» Quanti sberleffi a Scotland Yard

I film inglesi sono i migliori in Europa, salvo quando vogliono piacere sia agli americani, sia agli inglesi, come questo Hot Fuzz (Gran polverone) di Edgar Wright. Continuatore della linea tragicomica dell'Alba dei morti dementi, ne ha la stessa struttura: quell'Alba cominciava bene, graffiando, e finiva male, moraleggiando; lo stesso fa Hot Fuzz, storia di un poliziotto di Londra (Pegg) tanto bravo da dar ombra ai colleghi. Viene così trasferito a Sandford, noto come il più tranquillo paese dell'Inghilterra. Ma lo è solo perché la polizia locale ignora i crimini, volendo scambiarli per incidenti. L'Arcadia cela dunque la Geenna, dove - fra gli assassini, poi assassinati - ce n'è uno interpretato da Timothy Dalton, ex 007. Il capo della polizia, sorta di leghista albionico con bonaria vocazione alla strage, è ben caratterizzato da Jim Broadbent.

HOT FUZZ di Edgar Wright (Gran Bretagna, 2007), con Simon Pegg, Jim Broadbent. 121 minuti