Ecco i consigli del Comune contro la canicola

Bere molti liquidi anche se non se ne sente il bisogno, evitare di uscire e fare attività fisica nelle ore più calde della giornata e subito dopo i pasti. Mangiare cibi leggeri, frutta, verdura, pesce. Evitare bevande gassate e zuccherate, usare tende per non far entrare il sole e chiudere le finestre e le imposte, tenendole invece aperte durante la notte. Ripararsi la testa con un cappello e in auto usare il parasole. Stare in zone ventilare, ma evitare sbalzi di temperatura. Non restare nelle macchine parcheggiate al sole.
Dopo la Asl, anche il Comune ripete i consigli per ridurre gli effetti della calura che stando alle previsioni del tempo, dovrebbe tenerci compagnia per tutta la settimana. Consigli rivolti in particolar modo ad anziani, bambini e persone con problemi di salute legati all’apparato respiratorio o cardiocircolatorio.
Anche per quest’estate, il Comune insieme alla Regione, l’Asl e gli organismi del terzo settore ha attivato una serie di servizi per il cittadino per prevenire gli effetti delle ondate di calore.
Ogni giorno dalle 8 alle 20 festivi compresi è attivo un call center (800 995 988) per dare informazioni e orientare alla rete di servizi.
Insieme a Prefetto, Regione, Provincia, Asl 3, Forze dell’Ordine e Vigili del Fuoco è stato promosso un accordo tra le istituzioni per gestire eventuali emergenze. Lo stesso con la Protezione Civile con la quale è stato definito un piano di emergenza in occasione delle giornate con livelli di allerta di 2 e 3.
Circa 650 anziani definiti «fragili» vengono seguiti da 80 custodi sociali con il compito di fare compagnia oppure di svolgere qualche piccola commissione e altre incombenze quotidiane.