Ecco i raid per fermare tutti i pc

Il prossimo è già fissato per il 22 marzo 2008. Lo Shutdown day è la giornata dell’antitecnologia. Letteralmente: il giorno «spegni tutto». Per ventiquattro ore niente telefonino, internet, palmare, radio, televisione. Soprattutto, nessun contatto con il computer. L’iniziativa è un’idea di due sconosciuti, Denis Bystrov e Michael Taylor, ma ha preso piede, ovviamente, grazie a internet. I due si sono accorti all’improvviso di quanto la nostra vita dipenda in modo forse troppo vincolante dalla tecnologia: ogni tanto bisognerebbe «disintossicarsi» e andare in ferie dalla tecnologia, come si va in vacanza dal lavoro. Quest’anno lo Shutdown day è stato il 24 marzo, e su internet c’era chi invitava a boicottare il giorno del gran boicottaggio. Motivo: «E allora proponiamo di trattenere il respiro per ventiquattr’ore».