Ecco i trecento posti con retribuzioni superiori ai 40.000 euro L’economia in affanno contrae il mercato del lavoro ma crea anche nuove occasioni. Le migliori: esperti nel riordino di bilanci

L’allarme l’hanno lanciato un po’ tutti, dal governatore della Banca d’Italia al presidente di Confindustria: nei prossimi mesi la crisi potrebbe produrre effetti pesanti sull’occupazione, effetti di cui per il momento abbiamo solo avuto un assaggio.
La preoccupazione esiste e nessuno la nega, dal governo alle parti sociali da mesi impegnate a cercare strumenti e fondi per dare stimoli all’economia. Come ogni vasto mutamento dell’economia, però, la crisi comporta non solo una cancellazione di posti di lavoro, un passivo netto da recuperare, ma anche una modificazione dell’offerta di lavoro. In attesa di una ripresa dell’economia, dunque, la cosa migliore da fare è studiare le tendenze del mercato. Da un’analisi effettuata dal Giornale in collaborazione con note società di selezione (Michael Page e Articolo 1) emerge ad esempio che proprio a causa della restrizione del credito e della necessità di tagliare i costi, c’è grande richiesta di figure specializzate nel riordinare i bilanci, individuare e gestire le passività, eliminare le voci di spesa inutili. È il caso del risk manager e dei financial controller.
Abbiamo individuato così 300 concrete offerte di lavoro, tutte possibilità verificate e attuali, per le quali, chi fosse in possesso dei requisiti indicati, deve solo mettersi in contatto con gli indirizzi indicati e inviare il curriculum. Si tratta di profili qualificati, indirizzati a carriere dai 40.000 euro di retribuzione annua in su. Altre opportunità emergono invece dallo sviluppo di una serie di servizi via web. Secondo la Federcomin, associazione delle imprese di settore, la Rete, che cresce di 6 milioni di pagine al giorno, offre ancora 21.000 posti di lavoro non coperti a causa della mancanza di figure professionali qualificate per posizioni come il community manager (il gestore di comunità virtuali) e l’infosecurity manager (che si occupa di sicurezza della Rete). Ma anche per profili meno qualificati la crisi può offrire opportunità. Tra Ikea e McDonald’s sono oltre 2.000 i posti da coprire.