Ecco l’avanguardia della musica

Dalla Basilica di Sant'Eustorgio all'Auditorium di Milano, da corso di Porta Ticinese ai Magazzini di Porta Genova, dal Museo Diocesano alla Basilica di San Lorenzo. Ad uso e consumo della città più curiosa ecco «Audiovisiva 5.0», l'edizione numero cinque dell'happening promosso da «Esterni» che ha l'esplicita ambizione di unire musica, video, sound design, installazioni e performance. Il tutto all'insegna della sperimentazione più ardita e della ricerca di percorsi e linguaggi non convenzionali nell'ambito della cosiddetta «arte elettronica».
Ricordato che il variegato ed eterogeneo palinsesto prevede più di 48 ore di programmazione (ieri sera l’inaugurazione nel chiostro del Museo Diocesano ha visto come protagonista Jean-Gabriel Periot, uno dei più interessanti registi di cinema sperimentale e di video arte della Vecchia Europa), segnaliamo un tris di eventi: sabato sera nella Basilica di Sant'Eustorgio risuonerà la voce della cantante, produttrice e artista tedesca AGF, mentre all'Auditorium di Milano i post-rocker emiliani Giardini di Mirò insonorizzeranno dal vivo Il fuoco, melodramma del cinema muto italiano diretto da Giovanni Pastrone e l'artista italo-canadese Floria Sigismondi proporrà una selezione delle sue opere video; domenica ai Magazzini di Porta Genova spazio invece al live set (abbinato a video proiezioni) dei Signal, il gruppo d'avanguardia sonora formato dal trio tedesco Carsten Nicolai (in arte Alvanoto), Olaf Bender, Frank Bretschneider, in bilico minimalismo sonoro, strutture ritmiche coinvolgenti e ricerca visiva e acustica.
Audiovisiva 5.0
Da stasera a domenica
Info: www.audiovisiva.com