Ecco il manifestino della discordia giudicato "eccessivo"

Sopra, il volantino con la foto della cagnolina meticcia Cartier smarrita da casa Brambilla, che è diventata un caso politico. I manifestini apposti per Calolziocorte (Lecco) dalla sua padrona (il ministro Michela Vittoria Brambilla) e dal suo entourage nel tentativo di ritrovarla, sono stati, secondo la sinistra, un abuso di potere e un eccesso di spiegamento di forze, tanto che il ministro è stato perfino multato per i volantini «segnaletici». E perché, poi? Se una è un ministro (anche del Pdl...) non ha il diritto di cercare il proprio cane con tutti i mezzi a sua disposizione? Senza considerare il fatto che chiunque perda il cane ricorre a volantini «caserecci». E non solo chi perde il cane. A Calolziocorte, da un paio di giorni ci sono manifestini appesi ovunque con la faccia di due sposi: lei nel meringoso abito nuziale, lui con l’espressione «dissimulapatibolo» che hanno tutti i futuri mariti. Sanzioniamo anche loro?