Ecco Marco Anzovino, il musicista che ha ridato voce al cinema muto

Sul palco, pianoforte, chitarra e fisarmonica. Sullo sfondo, spezzoni di film in bianco e nero. È il concerto di Remo Anzovino, stasera all’Auditorium. Accompagnato da Gianni Fassetta e da Marco Anzovino, il musicista presenterà il nuovo album Tabù, uscito alla fine di settembre. Lo spettacolo è integralmente impostato sulle composizioni originali del pianista, accompagnate in parallelo da immagini di classici degli anni ’30 e ’40. Spezzoni montati in sequenza diversa dall’originale che diventano la colonna visiva della musica; il trio esegue il concerto spalle allo schermo, senza mai interfacciarsi con le immagini.
Tra i brani in scaletta Nanook e Cammino nella notte, che si sviluppa mentre sullo schermo compare il volto della «bella di giorno» Louise Brooks; poi Que viva Tina, omaggio a Tina Modotti, per raccontare il tabù della rivoluzione, della rabbia lucida e della voglia di scardinare le regole del mondo. La musica, in questo caso, si sposa con immagini della Modotti e con sequenze da Que viva Mexico!, di Ejzenštejn. Ancora, frammenti tratti dal celebre Metropolis di Fritz Lang, dal Nosferatu di Murnau, dalle commedie di Buster Keaton e Charlie Chaplin. L’album Tabù raccoglie 12 brani: dieci sono inediti, due sono nuove incisioni di canzoni già pubblicate in Dispari, l’ottimo disco uscito nel 2006. Brani strumentali, nuovi linguaggi musicali con particolare attenzione ai ritmi, alle danze, alla ricerca melodica. A pochi giorni dalla pubblicazione, Tabù è salito al vertice della classifica degli album jazz più scaricati di iTunes. Compositore e pianista di Pordenone, nonché avvocato penalista, Anzovino ha formato il suo stile musicale attraverso l’esperienza maturata fin da giovane nella musica per il cinema, per il teatro e per la pubblicità. Ha composto musiche per i grandi capolavori del cinema muto, collaborando con cineteche prestigiose e partecipando con colonne sonore di sua composizione ai principali festival e rassegne internazionali. Per questo ha vinto il premio del pubblico al Festival Internazionale di Cinema e Musica di Bolzano Rimusicazioni. Nel pomeriggio, alle 18, Anzovino sarà alla Feltrinelli di via Appia per un incontro con il pubblico.