Ecco il motivo del rinnovo: 284mila euro a settimana

In Inghilterra si dice che il rinnovo di Wayne Rooney con il Manchester United sia stata la vittoria della diplomazia di sir Alex Ferguson: «La sua esperienza, la sua passione e la sua voglia di vincere sono state una delle principali ragioni per firmare il rinnovo», recitava il comunicato con cui Wazza annunciava il prolungamento del suo matrimonio con i Red Devils. Ma è tutto così dolce come sembra? Non proprio. Perché, soprattutto nel calcio, i sentimenti hanno un prezzo. E, oltre a essere un fenomeno col pallone, il buon Wayne ha dimostrato di essere anche un mago della finanza, quantificando con assoluta precisione il valore della sua firma sul nuovo contratto quinquennale con lo United: semplicemente, Rooney diventerà il calciatore più pagato al mondo.
Per certe cifre non si può fare a meno della calcolatrice. Scrive il tabloid britannico Sun, che lo stipendio settimanale di Wayne Rooney passerà dalle attuali 90mila (poco più di 100mila euro) a 250mila sterline (284mila euro): moltiplicato per 52 settimane, in un anno ragionier Rooney metterà in tasca 13 milioni di sterline ovvero 14,6 milioni di euro. Ma non è finita qui: se nuovamente moltiplichiamo l’ingaggio annuale di Rooney per la durata del contratto ecco che da qui al 2015 l’asso nato e cresciuto in un sobborgo di Liverpool guadagnerà l’astronomica cifra di 73 milioni di euro. Ma non solo: Rooney ha avuto l’assicurazione che i proprietari dello United metteranno 70 milioni di euro per il prossimo mercato: Dzeko e Cahill, i nomi più caldi.
Ma quello che resta più impressionante è il nuovo stipendio di Rooney, che in una settimana guadagnerà 37mila euro in più di Cristiano Ronaldo, 84mila euro in più di Messi, 93mila euro in più di Kakà. Insomma, d’ora in avanti Rooney potrebbe pagare lo stipendio di Cristiano Ronaldo per tenerlo in giardino a palleggiare. E gli avanzerebbero pure dei soldi: più o meno due milioni di euro all’anno.