Ecco il Mozart che non ti aspetti

«K come Amadeus» si apre durante la Notte Bianca per chiudersi il 30 settembre

Sarà il Parco dell'Appia Antica, con le aree archeologiche del Grande Ninfeo della Villa dei Quintili e del Mausoleo di Cecilia Metella, lo scenario scelto quest'anno dal regista Enrico Castiglione, fondatore e direttore artistico del Festival Euro Mediterraneo, per celebrare Wolfgang Amadeus Mozart nel 250° anniversario della nascita, proponendo per tutto il mese di settembre un cartellone ricco di concerti di musica da camera e sinfonici, rappresentazioni teatrali e liriche, proiezioni video, dibattiti e incontri, il tutto riunito sotto il titolo «K come Amadeus».
Dal 9 al 30 settembre il festival proporrà un originale percorso lungo l’itinerario umano e artistico del più «sconvolgente giullare metafisico della storia della musica» come lo definisce lo stesso Castiglione. Si parte, ovviamente, con la Notte Bianca da trascorrere al Quirino per assistere al concerto «A Mozart happening», ovvero una serata a ingresso libero, durante la quale gli attori Walter Maestosi e Daniela Barra, il soprano Maria Dragoni, il baritono Andrea Rola, con l’accompagnamento dei pianisti Giorgio Nascetti e Nicola Iannielli, saranno impegnati a ripercorrere la vita e l’opera di Amadeus secondo le esilaranti e nel contempo drammatiche lettere del suo epistolario. Se la serata inaugurale è un’occasione divertente per avvicinare la produzione operistica e insieme teatrale di Mozart al grande pubblico, «K come Amadeus» entra nel vivo da lunedì 11 settembre (ore 21), con il primo appuntamento nel Mausoleo di Cecilia Metella, con il concerto della Salzburgher Mozart Solisten Orchestra impegnata in un programma di grande fascino: Adagio e fuga per archi K. 211, il bellissimo e quasi mai eseguito Concerto in do magg. per flauto e arpa K. 297, con Mauro Salvatori al flauto e Marina Curasì all’arpa, il Divertimento in re magg. K. 251 e in chiusura la celeberrima Eine kleine nachtmusik. Il secondo concerto vede impegnata la Berliner Philharmoniker Camerata, che si esibisce il 12 settembre nel Grande Ninfeo della Villa dei Quintili. Un’occasione straordinaria, che offre la possibilità di ammirare il Ninfeo della famiglia dei Quintili per la prima volta aperto per un concerto insieme all’ascolto del Divertimento per archi K. 136, al Concerto per pianoforte ed orchestra K. 414, al Concerto per oboe e archi K. 370 e, addirittura in prima italiana assoluta, la versione del 1802 della Gran Partita K. 361 recentemente scoperta alla Biblioteca di Staatsbibliotek di Vienna.
Impossibile rendere conto di tutti gli appuntamenti. Segnaliamo soltanto le proiezioni di celebri concerti mozartiani alla galleria Alberto Sordi. E due novità che stimoleranno certamente la curiosità degli appassionati. Il 26 settembre il Mausoleo di Cecilia Metella farà da cornice alla sacra rappresentazione La betulia liberata che Mozart ha composto su libretto di Pietro Metastasio e di rara esecuzione. Si chiuderà poi il 29 e 30 settembre al teatro Quirino con la messa in scena de L’impresario teatrale. Si tratta di una vera riscoperta che vede in scena sette attori e tre cantanti. Una commedia esilarante nella quale Mozart si diverte a mettere in musica i provini per attori e cantanti. Il prezzo dei biglietti è di 15 euro. (15 e 30 euro per L’impresario teatrale). Infoline: 06. 2155122 e www.biglietto.it