Ecco Murano Gran Turismo, Suv super esclusivo

Allestimenti raffinati e comfort ai massimi livelli. Impianto audio Bose e schermi posteriori

Giulio Emiliani

Sulle highway che sezionano Los Angeles, o sui ponti che portano a Miami Beach è impossibile percorrere alcune miglia senza incontrare un Nissan Murano, sport utility che è ormai divenuto un mito negli (i luoghi citati sono esemplificativi, perché l’esperienza si può ripetere anche a Manhattan o a Seattle). Anche l’Europa e l’Italia si stanno «adeguando», perché la formula di Suv a sportività molto marcata è sicuramente vincente, a cominciare dalla linea che, recentemente (il trofeo verrà consegnato la prossima primavera) ha fatto ottenere a Murano il riconoscimento di «Auto più bella del mondo 2005» nella categoria delle vetture multifunzionali, dove vengono raggruppati Suv e crossover (nella graduatoria finale Murano è stato «costretto» a battere il nuovo Nissan Pathfinder, giunto secondo), attribuito da una giuria composta da architetti, esperti di storia dell’arte, direttori di testate specializzate nel «car design», designer e artisti di varia estrazione. Punto di forza di Nissan Murano è, infatti, l’eleganza delle forme, l’equilibrio nella suddivisione degli spazi che non penalizza la funzionalità lasciando però grande libertà alle linee snelle, che fanno intuire il forte temperamento. A questo provvede un esuberante propulsore V6, 3.5 litri, a benzina, che sviluppa 234 cv di potenza massima (corretta la coppia di 318 Nm a 3.600 giri/minuto), ottimamente gestibili con un cambio automatico-sequenziale Cvt a 6 rapporti. Colpisce, alla guida di Murano, la maneggevolezza anche nel traffico cittadino, dove è facile muoversi nonostante gli importanti ingombri: 4,77 metri di lunghezza e 1,88 di larghezza, dimensioni che lasciano grande spazio a bordo per i passeggeri e a un vano bagagli che, in configurazione standard, ha la capacità di 438 litri. Altra carta vincente di Murano è l’allestimento di serie particolarmente ricco e lussuoso; ma per Nissan questo evidentemente non bastava a soddisfare tutti i potenziali clienti dell’elegante Suv, perché ha recentemente deciso di creare la versione «Gran Turismo». Non resta quindi che elencare i raffinati equipaggiamenti di questa versione. Si parte dai cerchi in lega da 20”, a dieci raggi, con pneumatici 275/40 R120, dinamici, sicuri nella marcia, snelli nella linea.
Per curare maggiormente il tempo che si trascorre a bordo, arriva un «infotainment» firmato Siemens (VDO-Dayton), che comprende un lettore DVD/MP3 alloggiato nel bracciolo centrale anteriore e destinato alla visione di chi viaggia dietro, assistiti da due schermi Lcd da 7” incassati negli schienali dei sedili anteriori (la visione di quanto scorre sugli schermi è possibile anche per il guidatore a veicolo fermo). Il tutto è manovrabile attraverso un telecomando, che regola anche la poderosa potenza dell’impianto audio Bose, che include due cuffie senza fili ad infrarossi e diffusori integrati negli schermi posteriori. Per gli appassionati più esperti c’è anche un ingresso ausiliario Rgb, che permette di utilizzare sorgenti Video esterne. Tutta questa elettronica è «avvolta», su Murano Gran Turismo, da pelle in pieno fiore per le sellerie, combinata con Alcantara nei punti giusti. Il prezzo? 55.200 euro, ovviamente chiavi in mano, comprese le eccellenti garanzie offerte dal costruttore giapponese per tutti i suoi modelli. Con Murano il piacere di viaggiare, quello che viene sintetizzato nell’espressione «gran turismo», ritrova la sua identità e la sostanza che l'automobilista si aspetta.