Ecco la nuova sede del Provveditorato

Un edificio di oltre 9mila mq distribuiti su quattro piani più un seminterrato, recentemente ristrutturato e completo di arredi, cablato e accessibile ai disabili, con un archivio meccanizzato di 700 mq, sala conferenze e 62 posti auto sotterranei. Distante solo qualche numero civico dalla vecchia sede, sarà questa, al civico 85 di via Ripamonti, la nuova casa del provveditorato agli studi. In quella che sarà una sola sede unificata, assieme agli uffici scolastici provinciali si trasferiranno a partire da novembre anche quelli dell’Ufficio scolastico regionale, che oggi si trovano nelle due sedi distaccate di piazza Diaz e via Crocefisso.
Il trasloco nell'edificio di via Ripamonti, fino a poco tempo fa sede dell'Enel, sarà graduale e le nuove sedi, secondo le previsioni di Dutto, dovrebbero essere pienamente operative da gennaio 2007. Gli spazi per la nuova sede, già dotati di postazioni di lavoro, per una capienza superiore alle 300 persone, sono già dotati di servizi. Oltre al recupero di spazio e funzionalità, la nuova sede consente anche un risparmio economico: «Abbiamo calcolato che con la nuova sede unica - ha detto l'assessore Casati - risparmieremo circa 3 milioni di euro in sei anni».