«Ecco le nuove molecole testate per migliorare la qualità della vita»

Tutte le aziende che si occupano di salute guardano con grande attenzione a IMPACT 2011, all’importante dibattito fra Istituzioni, Società Scientifiche, Associazioni e Fondazioni sulla legge 38/2010 e sulla sua appropriata applicazione, a distanza di 15 mesi dal varo della normativa stessa.
Già Umberto Veronesi aveva portato all’attenzione del Parlamento il tema della gestione del dolore, soprattutto dal punto di vista del paziente oncologico e delle cure terminali. La legge 38/2010 ha affrontato il dolore da tutti i punti di vista, ponendo quindi in primo piano anche il dolore cronico benigno. «Ecco perché Molteni Farmaceutici, azienda italiana leader nella ricerca scientifica e nella produzione di farmaci oppiacei - afferma l'Amministratore Delegato, il dottor Federico Seghi Recli - si sente seriamente impegnata a sostenere progettualità istituzionali quali IMPACT, così come a finanziare le attività della Fondazione Alitti, che da anni sta sostenendo percorsi formativi accreditati con l'Università di Firenze e campagne di comunicazione al grande pubblico». «Sono orgoglioso - ha aggiunto Seghi Recli - che una multinazionale come Archimedes abbia scelto Molteni Farmaceutici per produrre, promuovere e commercializzare in tutta Europa un nuovo farmaco per la terapia del dolore episodico intenso, altrimenti definito BTCP (BreakThrough Cancer Pain). Il farmaco è stato riconosciuto dalla Fda in Usa e i medici lo stanno già adottando».