Ecco il nuovo «Cerba» Centro all’avanguardia da un miliardo di euro

È arrivato il primo via libera per il polo della ricerca voluto da Veronesi. Sorgerà su 610mila metri quadri e avrà un grande parco

È arrivato il primo, importante via libera alla nascita del Cerba, il Centro Europeo per la Ricerca Biomedica Avanzata nato dal sogno concreto del professor Umberto Veronesi di creare un polo mondiale della ricerca. «Milano sarà al centro dell’Europa sanitaria, richiamando ricercatori e pazienti da tutta Europa» prevede Veronesi. Regione, Provincia, Comune, parco Agricolo Sud Milano e Fondazione Cerba hanno sottoscritto la bozza dell’Accordo di Programma, mentre la firma del testo definitivo è prevista per la fine dell’anno. La struttura sarà pronta per il 2017, ma già in funzione dal 2012, quando sarà a disposizione di tutti i cittadini (non solo pazienti e ricercatori) anche un parco di 300mila metri quadrati.
Il presidente della Regione, Roberto Formigoni, conferma: «Una straordinaria realizzazione che si affiancherà alla Cittadella della Salute che nascerà dall’unione del Sacco, del Besta e dell’Istituto Tumori». Soddisfatto l’assessore comunale all’Urbanistica, Carlo Masseroli: «Un momento storico per la città». E il presidente della Provincia, Filippo Penati, aggiunge: «Un progetto che ha un doppio valore, quello della salute e quello dell'ambiente». Il costruttore Salvatore Ligresti, proprietario dell’area su cui sorgerà il centro, confida: «Spero che l’anima verde del progetto, con il suo grande parco, sia da esempio per il futuro sviluppo urbanistico della città».
Il Cerba sorgerà su un’area di circa 610mila metri quadrati adiacenti all'Istituto Europeo di Oncologia, e realizzerà attività di ricerca, formazione e cura. I posti letto saranno circa quattrocento, più un hotel per accogliere i parenti dei degenti. Ma è la ricerca l’anima del progetto: sarà svolta da oltre 500 scienziati, collaborerà anche l'Ifom (Istituto di oncologia molecolare), e l’attività di formazione sarà svolta dalla Semm, la Scuola Europea di Medicina Molecolare, e dall’Università. L’intervento avrà un costo complessivo di oltre un miliardo e 100 milioni di euro: sarà finanziato interamente con i capitali privati di un pool di banche e assicurazioni (Intesa-Sanpaolo, Capitalia, Fondiaria-Sai, Generali, Mediobanca, Pirelli, Ras, Rcs, Telecom Italia, Unicredit). La realizzazione del Cerba, istituto di diritto privato non profit, avverrà in due fasi. Tra il 2007 e il 2012 saranno completate oltre il 50% delle strutture per diagnosi, cura e ricerca clinica e delle strutture ricettive, residenziali temporanee e di accoglienza. Tra le opere, un parco attrezzato aperto al pubblico, di circa trecentomila metri quadrati e un itinerario ciclopedonale.