Ecco il palcoscenico Garbatella

Produzioni indipendenti che spesso faticano a trovare un posto al sole tra la miriadi di spettacoli considerati «più importanti». A loro offre un palcoscenico «Teatri di vetro», il festival dedicato alla scena indipendente che debutta al Palladium il prossimo 15 maggio per proporre nove giorni di performance con un totale di 38 allestimenti tra spettacoli teatrali, musicali e di danza.
Una scommessa tenuta faticosamente in piedi, nonostante i tagli, per il terzo anno consecutivo attraverso un budget messo in campo da palazzo Valentini di soli 110mila euro che ha costretto gli organizzatori (Triangolo scaleno teatro in collaborazione con Romaeuropa fondazione) a tirare la cinghia.
Comunque tra il 15 e il 24 maggio sono previsti 13 nuovi debutti, mentre tutti gli eventi si divideranno tra due diverse location: il Palladium (che ospiterà le esibizioni oltre che sul suo palcoscenico anche nella piazza antistante e nel foyer) e i lotti della Garbatella che faranno da cornice a 18 spettacoli.
Venerdì si inizia alle 19 in piazza con la compagnia milanese «Effetto Larsen», poi si continua in teatro con la sperimentazione musicale «Psicopompo Teatro» di Graziano Lella e Manuela Cherubini, e con lo spettacolo «Bugimirò» di Alessandro Pintus/Non Company. Alle 22.30, invece, la Villetta ospita la performance musicale di «Le Loup Garou» e il cortile del lotto 14, fino alle 24, l’istallazione visivo - sonora di Fabrizio Crisafulli che fa dialogare attraverso la danza un ballerino virtuale e un cespuglio reale.
Il giorno successivo il Palladium dà spazio a tre diverse compagnie: «Semivolanti», «Itermini» e «Città di Elba»; il lotto 14 propone invece «Cabaret Godot», uno spettacolo di Ettore Giuradei e Michele Beltrami.
Domenica 17 al Palladium è la volta di «Cie Twain», un progetto di Loredana Parrella, e di Roberto Corradino/Reggimento Carri con «Le muse orfane». Il lotto 16 accoglie Giovanni Magnarelli e il lotto 25 Caterina Moroni.
L’ultima creazione di Vincenzo Schino (Officine Valdoca) è in programma per il 19 al Palladium, mentre lo spettacolo di Ferdinando Vaselli va in scena al lotto 15.
Mercoledì 20 il palcoscenico propone «Il teatro delle apparizioni» con «Pop up» e a seguire CapoTrave con «Robinsonade» e la compagnia Biancofango.
La rassegna sulla scena indipendente si chiude il 24 maggio con una giovane compagnia palermitana «Sutta Scupa» che dal palco del Palladium propone «GiOtto», di e con Giuseppe Provinzano.
Per informazioni sull’intero calendario è possibile telefonare allo 06.45553050.