Ecco le prime promesse dei «magnifici dodici»

Pillole di programma per Roma. Ecco le prime parole dei dodici nuovi assessori.
Mauro Cutrufo (vicesindaco e assessore alle Riforme istituzionali di Roma Capitale e al Turismo): «Si parla di Roma Capitale da 30 anni. Con i parlamentari romani creeremo una lobby virtuosa per presentare una proposta di legge per una riforma vitale per la città».
Alfredo Antoniozzi (Patrimonio, Casa e Progetti speciali): «A Roma ci sono 40mila persone in attesa di un’abitazione. Avvieremo un piano casa per 25mila nuovi alloggi, utilizzando inoltre l’housing sociale».
Sveva Belviso (Politiche sociali): «Avvieremo un monitoraggio dei servizi. Le famiglie portatrici di disagio saranno le nostre sentinelle».
Davide Bordoni (Attività Produttive, Lavoro e Litorale): «La prima questione da risolvere sarà l’abusivismo commerciale. Poi ci occuperemo di sviluppo e rilancio dell’artigianato, dei mercati rionali, delle attività del nostro litorale».
Ezio Castiglione (Bilancio e Sviluppo economico): «Riduzione dei costi, valorizzazione delle professionalità e ripensamento del modello di sviluppo economico».
Enrico Cavallari (Personale e Decentramento amministrativo): «Due gli obiettivi fondamentali: la riorganizzazione tecnica e la trasformazione culturale del nostro patrimonio lavorativo».
Marco Corsini (Urbanistica): «Occorre avviare una nuova concezione urbanistica della città. Da tecnico, assicuro il mio impegno per il rispetto delle regole».
Umberto Croppi (Cultura): «Avrò l’onore di tutelare un immenso patrimonio artistico e monumentale, trascurato in questi anni a beneficio dell’effimero». A margine: confermata a settembre la Notte bianca 2008.
Fabio De Lillo (Ambiente): «Una politica del fare e non del negare. Sì all’aumento della raccolta differenziata, ma anche all’uso di termovalorizzatori. Voglio una città a misura d’uomo e d’animale».
Fabrizio Ghera (Lavori Pubblici e Periferie): «I cantieri dovranno avere tempi certi. Tra le priorità, il rifacimento del manto stradale e l’illuminazione delle zone che ne sono ancora sprovviste».
Sergio Marchi (Mobilità e Trasporti): «Completamento dei lavori delle metropolitane in tempi certi. Potenziamento e messa in sicurezza dei parcheggi di scambio. Infine una nuova holding che riunisca le società che si occupano di trasporto pubblico locale».
Laura Marsilio (Scuola, Famiglia e Infanzia): «Rilanceremo la scuola dell’infanzia che dovrà diventare il nostro gioiello di famiglia. Lavoreremo per abbattere le liste d’attesa e per i nidi convenzionati aziendali».