Ecco come salvare le città dai rifiuti

Ritengo siano da preferire i termovalorizzatori alle città sommerse dalla spazzatura, tenuto conto che la creazione di nuove discariche produrrebbe conseguenze peggiori per l’ambiente. In molte città italiane come Bologna, Rimini, Ferrara, Forlì, Ravenna, Brescia sono già stati realizzati altrettanti termovalorizzatori. A Trezzo sull’Adda, in provincia di Milano, è stato realizzato uno dei più evoluti termovalorizzatori d’Europa. In Europa sono attivi 304 impianti in 18 nazioni, costruiti in prossimità di importanti città, quali Vienna, Parigi, Amsterdam e Londra. I termovalorizzatori, a differenza dei vecchi inceneritori, hanno ridotto, fino al 99%, l’entità delle polveri inquinanti emesse nell’atmosfera a seguito della combustione dei rifiuti. Va tenuto inoltre conto che i termovalorizzatori oltre a consentire uno smaltimento rapido ed efficace dei rifiuti consentono, contemporaneamente, di produrre nuova energia da impiegare, ad esempio, nelle centrali per il teleriscaldamento. Il Governo Prodi si è dimostrato completamente sottomesso alle pressioni dei verdi fondamentalisti, mentre sarebbero stati necessari concretezza e senso della realtà.