Ecco la salvezza in 59mila combinazioni

da Milano

«Ansia e tensione bisogna saperle gestire, però ci vogliono, altrimenti si retrocede», ha detto Gigi Cagni. Poi ci ha pensato il computer a spiegare il caos che regna fra le sette sorelle nel retrobottega del campionato. A 180 minuti dalla conclusione 59mila possibili combinazioni con quattro scontri diretti: Reggina-Empoli e Livorno-Torino oggi, il 18 maggio Empoli-Livorno e Cagliari-Reggina. La situazione più bizzarra a Empoli (33 p.), unica squadra di tutto il campionato ad avere un numero di sconfitte superiore alla somma di vittorie e pareggi. Ha due scontri diretti, se vince a Reggio Calabria si mette in una posizione perfetta: «Noi facciamo sei punti - ha detto il tecnico - vediamo le altre se ci riescono». Il Cagliari (38 p.) sembra la meno coinvolta, gioca contro l’Udinese che ha ottenuto un posto Uefa e oltre non può umanamente ambire. L’euforico Ballardini ha sparso fiori: «L’Udinese è una squadra da cui prendere esempio». Con un pareggio non è aritmeticamente salvo, in caso di arrivo a pari punti è in svantaggio con Empoli, Catania e Reggina che affronta il 18 maggio.
Walter Zenga chiede una prova d’orgoglio al suo Catania (35 p.) e spiega alla Juventus come comportarsi, visto che non sono piaciute le dichiarazioni di Ranieri: «Un grande gruppo che ha centrato la Champions. Ma Daremo il massimo per la regolarità del campionato». Sul muro del sito ufficiale, i tifosi si sono scatenati: «Parlano di regolarità del campionato? Loro?». Partita bollente, in panchina uno dei tesserati Figc più antijuventini in circolazione. E dopo la Juve, arriva la Roma.
Orlandi e la Reggina (36 p.) sanno che l’Empoli oggi al Granillo si gioca la stagione: «Tutti sono consapevoli che sarà la gara dell’anno, la più difficile». Non le basta vincere e pareggiare domenica a Cagliari perché a pari punti col Parma è in svantaggio.
Parma (34 p.) vive nella terra di mezzo, non gli basta vincere a Firenze e domenica con l’Inter. Due imprese titaniche che non gli garantirebbero la salvezza, l’eventuale retrocessione sarebbe la prima da quando è in serie A. Cuper recupera Budan ma ha intenzione di presentarsi a Firenze con Reginaldo e Lucarelli. Situazione difficilissima.
Il Livorno (30 p.) riceve il Torino, la quantità di scommesse sulla vittoria degli ospiti ha suscitato sospetti assurdi, Galante, un ex, non sembra tipo da biscottone. Sei giocatori squalificati: Grandoni, Pasquale, Balleri, Pavan, Emanuele e Antonio Filippini. Spinelli sta cercando un compratore ma sa che la società in B vale poco, situazione drammatica, possibilità di salvezza ridotte all’osso. Il Torino (37 p.) deve chiuderla oggi in casa con il Livorno, troppo rischioso ricevere la Fiorentina all’ultima di campionato magari ancora in corsa per il quarto posto Champions.