Ecco lo scandalo dei libri scolastici

La nostra inchiesta svela gli stratagemmi che gli editori usano per costringere gli studenti a spendere: una valanga di nuove edizioni col «trucco». Il testo di latino «rivisto e ampliato»: 50 pagine in più, ma i contenuti sono identici. Ad aumentare è il corpo del carattere. Per non parlare del libro di matematica: cambia qualche parola, gli esercizi sono gli stessi, ma l'ordine è rimescolato. E infine il libro di Storia dell'arte dell'illustre Giulio Carlo Argan. Arriva la nuova edizione, anche se l'autore è morto.