Ecco la sfida: sarà a suon di hip hop

Ariela Piattelli

Culture diverse, metropolitane, in continua evoluzione che crescono e si sviluppano per le strade della città e si arricchiscono attraverso il confronto: è lo spirito della cultura hip hop, che trova spazio a Roma nella quarta edizione del Rhhp-Roma Hip Hop Parade, fino al 26 giugno. «Break & Funk Attack», il primo evento che ha aperto ieri la rassegna, e ha visto sfidarsi una ventina tra i gruppi di breakdancers più famosi della scena hip hop italiana. Un’agguerrita sfida si preannuncia per oggi in occasione dell’evento «2 The Beat» (all’Anfiteatro di Tor Bella Monaca, dalle 16, ingresso libero): rapper da tutt’Italia si incontreranno per contendersi la qualificazione alla finale nazionale che avrà luogo in agosto a Bologna, e la serata romana sarà guidata da un cast artistico d’eccezione (il rapper bolognese Inoki, il vincitore della passata edizione di «2 The Beat» Moddi). Domani sarà la volta di un’incursione nel mondo dei «writing» (graffiti) per «7 Re di Roma» (al Linux Club in via Libetta, dalle 14): i più autorevoli esponenti del graffitismo capitolino si confronteranno per la prima volta «sullo stesso muro».
L’evento più atteso, che rappresenta un’assoluta novità, è certamente il primo raduno nazionale di «parkour» (percorso), una disciplina cara al mondo hip hop, che avrà luogo venerdì al Nuovo Salario (Via Monte Cervialto dalle 17): la gara consiste nel correre lungo un percorso urbano superando le barriere architettoniche, muri, scalinate, pareti, come nei film d’azione, dove gli «stunt-men» si inseguono saltando da un tetto all’altro. Sarà presente all’evento Sebastian Foucan, fondatore della disciplina: si esibirà in una spettacolare dimostrazione (chiuderà la serata il concerto rap del gruppo romano «Cor Veleno»). Sabato Rhhp si trasferirà ad Ostia, al Palafijkam, per «Battle of the Year» (dalle 17, ingresso 15 euro), la competizione più famosa al mondo di break dance che si sta svolgendo in contemporanea in altri venti paesi. Roma Hip Hop Parade chiuderà domenica con lo spettacolo «Uléss Ulà» al teatro Vascello (ore 21.30, ingresso 12 euro): la compagnia Botega, diretta da Enzo Celli, metterà in scena un curioso spettacolo dove il mondo della cultura di strada, dei danzatori di break dance, interagisce con quello dell’arte circense. Segnaliamo inoltre la tavola rotonda prevista per giovedì, «Culture urbane e nuove discipline motorie», che si terrà allo Iusm (Istituto universitario scienze motorie): un’indagine, guidata dal direttore artistico del Rhhp Vittoria Ottolenghi, sulle culture di strada metropolitane.
Per informazioni www.rhhp.it.

Annunci

Altri articoli