Ecco come si diventa marito e moglie perfetti

Settant’anni dopo ecco un altro manuale per la coppia perfetta. Anzi due. L’Inghilterra adora i decaloghi, le regole, le classifiche e adesso a breve distanza l’uno dall’altro sforna la guida al marito perfetto e la guida alla moglie perfetta. Sono la riedizione - riveduta, corretta e aggiornata ai tempi - di due manuali che hanno fatto la storia del costume britannico. Uscirono nel 1955 e raccontarono agli inglesi e poi al resto del mondo, come diventare partner ideali.
Oggi quei consigli non valgono più. Non possono perché non reggono all’urto di una società che è cambiata con e grazie alla tv, ma non solo. E i libri non potevano non adattarsi. Allora ecco la riedizione, ecco il futuro. Dentro c’è di tutto. Arte della persuasione, arte della simulazione, della dissimulazione. Poi quella amatoria, quella diplomatica, quella culinaria. Qui le regole da seguire sono diverse: consigli che non si fermano naturalmente solo alla preparazione del pasto per sfamare l'affamato coniuge.
La moglie perfetta deve anche distinguersi per il modo con cui si presenta al proprio marito. E allora via con trucchi e belletti: «Preparatevi. Dedicate 15 minuti per rilassarvi così da essere pronte per quando lui arriva. Ritoccate il vostro make-up, inserite un nastro tra i vostri capelli e mostratevi raggianti. Vostro marito ha appena avuto una estenuante giornata di lavoro».
Anche lui non deve fallire, ovviamente. E non è più l’uomo di una volta che poteva cullarsi nella convinzione di essere il capo famiglia e quindi una specie di padrone di casa in tutto e per tutto. Oggi deve essere attento. Per esempio: «Riconoscere la necessità - provata anche clinicamente dagli esperti - di dormire più ore rispetto a quanto si faccia da teen-ager. Mostrare di più le proprie emozioni. Questo vi aiuterà a capire di più i bisogni di vostra moglie, compreso quello di parlare per almeno trenta minuti prima di andare a dormire».
Quando si esce a fare shopping, poi attenzione: «Non comprare soltanto cibo - come pasta, carne, dolci o alcolici - ma concentrarsi anche su qualcosa che piaccia di più alla moglie».
Anche per gli uomini c’è un capitolo dedicato alle capacità culinarie: «La dieta è fondamentale. Quando vi tocca cucinare, fatelo senza esagerare con la panna o altri grassi. Vostra moglie non apprezzerebbe».
Per gli uomini ci sono anche molte cose da non dover fare. Come per esempio il classicissimo «Non esagerate con la passione per lo sport e in particolare per il calcio». Non risulta un capitolo sui tradimenti. Ovvio: per gli autori dei due volumi tradire è di per sé un atteggiamento che non può adeguarsi a un partner perfetto.
L’unico riferimento al tradimento è per le donne e arriva così: «Abbracciate vostro marito quando entra in casa. Se profuma di un’altra donna, baciatelo lo stesso. Quando si rilassa tempestatelo di domande».