ECCO LA STANGATA DI PRODI

Il governo lavora alla manovra per il 2007, che prevede: tagli alla previdenza, blocco del rinnovo contrattuale per il pubblico impiego, imposte aumentate del 50% sulle rendite finanziarie con una franchigia per costringere i piccoli risparmiatori a dichiarare gli investimenti sul 740. Padoa-Schioppa e Visco punterebbero anche a fondere l’Inail con Inpdap e Inps per incamerare i tre miliardi che l’ente ha in cassa. Sul fronte della manovra-bis con il decreto Bersani sulle liberalizzazioni, alla fine il via libera è arrivato. Dopo le tensioni di mercoledì, con le dure critiche arrivate dall'opposizione per la decisione del governo di porre sul provvedimento una nuova fiducia, l'aula di Montecitorio ha detto sì al decreto legge che secondo l’Unione dovrebbe riequilibrare i conti e rilanciare l'economia. Ma, nel passaggio alla Camera, la maggioranza è stata battuta su due ordini del giorno.