Ecco «tanti cuori intorno al Papa»

Michela Giachetta

Una festa del Papa. Prima mancava, ora c’è. O meglio, ci sarà. L’appuntamento è il 28 giugno, il giorno prima della solennità dei Santi Pietro e Paolo. L’evento è promosso dal gruppo di Don Orione, che dagli anni ’30, il 29 giugno festeggia la propria congregazione. Quest’anno, però, con il placet della segreteria di stato e con la collaborazione della protezione civile, del Sermig - arsenale della pace di Ernesto Olivero e della fondazione dei papa boys si è deciso di allargare la festa. Fino a raggiungere papa Ratzinger, che ha garantito la sua presenza.
Lo slogan della giornata è «Tanti cuori attorno al papa, messaggero di pace»: sarà, infatti, la pace il tema della manifestazione. Almeno per l’edizione 2005. L’intenzione degli organizzatori è quella di istituzionalizzare questo appuntamento: ogni anno il 28 giugno si celebrerà il papa. Il collegamento con la solennità di Pietro e Paolo e con la città di Roma non è casuale. La festa di San Pietro è per antonomasia, da sempre, la festa del pontefice: il collegamento con il primo e l’ultimo Papa, la consegna ideale delle chiavi della città, talmente simbolico da essere sullo stemma pontificio, l’idea di omaggio al vescovo di Roma, tutto questo è racchiuso nella scelta di quella data. Ma sottesa c’è anche la voglia di unire la città al pontefice e poi, partendo da qui, arrivare oltre Roma. Si presenta quindi come una festa che vuole coinvolgere la gente il più possibile. Don Flavio Peloso, direttore generale dell’opera Don Orione, parla di «elementi di vita nello spettacolo»: saranno presenti bambini di una scuola di Zarqa, in Giordania, altri arriveranno dalla Costa d’Avorio. Un’occasione per presentare le «opere», le persone e le attività di bene. Gli organizzatori, inoltre, sono «in trattativa» per effettuare un collegamento con San Giovanni in Laterano, dove sempre il 28 giugno, alle 19, il presidente della Cei Camillo Ruini aprirà il processo di beatificazione di Giovanni Paolo II. Un ideale collegamento, non solo mediatico, fra papa Ratzinger e il suo predecessore.
L’appuntamento per la «Festa del papa» è nella sala Paolo VI alle 17: hanno già dato la loro conferma oltre 7mila persone. Fra questi, Guido Bertolaso e gente dello spettacolo. Non mancherà la televisione, probabilmente Mediaset, anche se manca ancora la conferma ufficiale. Per partecipare alla giornata si può telefonare alla segreteria organizzativa (06/7726781) o inviare un’e-mail a fdp@pcn.net.

Annunci

Altri articoli