Ecco tutte le novità del decreto Milleproproghe

Il testo del provvedimento passa alla Camera che avrà tempo fino al 28 febbraio per l'approvazione definitiva. Dallo scudo fiscale al 5 per mille fino alla possibilità di esprime la volontà di donare gli organi sulla Carta d'identità: ecco cosa cambia

Arriverà la prossima settimana alla Camera il decreto legge milleproroghe che ha avuto il via libera del Senato con 160 voti favorevoli, 119 contrari e 2 astenuti. E Montecitorio avrà tempo fino al 28 febbraio per dare l'ok definitivo al decreto legge prima che scada.
Il provvedimento contiene la riapertura dei termini per aderire allo scudo fiscale, la possibilità di utilizzare anche quest'anno le somme destinate al 5 per mille e non utilizzate nel 2009. E ancora, la proroga della sospensione per il versamento dei tributi la possibiltà di inserire nella carta d'identità la decisione di donare gli organi, e viene dato un altro anno per chi ha un contratto d'affitto scaduto.
Ecco nel dettaglio tutte le misure contenute nel milleproroghe.
Abruzzo. Viene prorogata la sospensione degli adempimenti fiscali, previdenziali e assistenziali per i residenti a L'Aquila e nei comuni colpiti dal sisma del 6 aprile dello scorso anno. La data di scadenza della proroga sarà disposta con un'ordinanza del presidente del Consiglio.
Autotrasporto. Viene spostato al 16 aprile il termine di pagamento dei premi assicurativi da parte delle imprese di autotrasporto di merci in conto terzi.
Banche popolari. C'è tempo fino al 31 dicembre 2011 per l'alienazione delle quote eccedenti degli azionisti di banche popolari che, al 31 dicembre 2008, detenevano una quota di partecipazione al capitale superiore al tetto, stabilito dal Tub, dello 0,5%. La misura interessa solo i casi in cui il superamento del limite deriva da operazioni di concertazione tra banche e investitori.
Cinque per mille. Le somme che sono iscritte in bilancio 2009, destinate al 5 per mille, e che non sono state utilizzate saranno utilizzate nel 2010. Gli enti no profit che vogliono partecipare alla ripartizione della quota Irpef hanno tempo fino al 30 aprile per integrare le domande presentate, relative agli anni 2006-2007-2008. Anche le associazioni sportive dilettantistiche avranno tempo fino al 30 aprile per presentare le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà relativa allo stesso triennio.
Carta d'identità. Chi lo vorrà potrà inserire nella carta d'identità l'indicazione sul consenso o il diniego a donare i propri organi in caso di morte. I donatori di rene e i beneficiari della donazione, che hanno un rapporto di lavoro dipendente o parasubordinato, avranno gli stessi diritti già previsti nel caso di donazioni di midollo osseo in tema di permessi retribuiti.
Expo 2015. L'ente della fiera di Milano potrà entrare nella Soge, la società che gestisce l'Expo 2015. Nel provvedimento si stabilisce che la Soge potrà adottare anche i servizi degli enti fieristici «senza scopo di lucro, con sede in Lombardia e operativi a livello regionale».
Farmaci. Viene prorogato al 31 dicembre 2010 il meccanismo del pay back, concesso alle case farmaceutiche come possibilità alternativa al taglio, pari al 5%, del prezzo al pubblico dei farmaci rimborsabili, in tutto o in parte, a carico del servizio sanitario nazionale.
Patto salute. Per le regioni interessate dai piani di rientro, a causa della spesa sanitaria, se non viene verificato in sede annuale e finale il raggiungimento al 31 dicembre del 2009, degli obiettivi strutturali del piano di rientro possono chiedere la prosecuzione del rientro per un periodo non superiore al triennio. La norma non si applica alle regioni interessate dalla finanziaria 2010.
Scudo fiscale. Vengono riaperti i termini per aderire allo scudo fiscale con una doppia scadenza e una doppia imposizione: entro il 28 febbraio viene applicata l'aliquota del 6% ed entro il 30 marzo l'aliquota è del 7%. Entro il 15 giugno il ministero dell'Economia dovrà comunicare al Parlamento il numero delle operazioni di rimpatrio e di regolarizzazione divise per le tre scadenze, i soggetti coinvolti e l'ammontare delle operazioni.
Sfratti. Vengono sospesi fino al 31 dicembre 2010 i contratti di locazione sottoposti a sfratto.
Personale pa. Non ci saranno nuovi concorsi durante l'anno. Le graduatorie dei concorsi approvate dal primo gennaio 2001 saranno valide anche per il 2010. Vengono tagliati gli uffici dirigenziali di livello non generale delle amministrazioni pubbliche e rideterminato l'organico entro il 30 giugno. Sociali proroghe vengono concesse per l'assunzione dei vigili del fuoco.
Zone franche urbane. Viene fissato al primo marzo 2010 il termine a decorrere del quale le piccole e microimprese che si trovano nelle aree individuate dal Cipe come «zone franche urbane» dovranno presentare ai comuni le istanze per usufruire delle agevolazioni previste dalla Finanziaria 2007.
Condono cartelli elettorali. La sanatoria per i cartelli elettorali abusivi vale sino al 31 maggio 2010, cioè anche per le prossime Regionali.
Salva-precari. Le norme del cosiddetto decreto «salva-precari» della scuola, varato lo scorso anno, resta valido anche per il prossimo anno scolastico 2010-2011.
Bonus gasolio taxi. Aumenta, a partire dal primo marzo 2010, lo sconto sul gasolio per i taxi (compresi i motoscafi come quelli di Venezia), per le ambulanze e le vetture delle forze armate. Lo sconto sulle accise incrementa da 302 euro a 330 euro per mille litri di gasolio.
Giù tasse porti. L'adeguamento delle tasse e dei diritti marittimi si applicano con decorrenza dal 1º gennaio 2012 e, in via sperimentale per gli anni 2010 e 2011 alle Autorità portuali è consentito stabilire variazioni in aumento, fino ad un tetto massimo pari al doppio della misura delle tasse di ancoraggio e portuale, nonché in diminuzione fino all'azzeramento delle singole tasse.
Lavoratori stranieri. I visti per gli stranieri che arrivano in Italia per svolgere lavori subordinati, stagionali o autonomi devono essere rilasciati «entro il 30 novembre, nel limite delle quote stabilite nell'ultimo decreto emanato».
Processi lavoro Cassazione. Torna la gratuità delle spese per le controversie in materia di lavoro davanti alla Corte di Cassazione. Il contributo unificato non dovrà essere pagato ma solo fino al 31 dicembre 2010.
Commissione scioperi. La commissione di garanzia sugli scioperi nei servizi pubblici essenziali rimarrà in carica per sei anni e non più per tre anni com'è attualmente.