Ecco come visitare Roma restando sotto l’ombrellone

Piccola guida editoriale per chi non rinuncia a conoscere i segreti della Città Eterna restando ad oziare sotto il sole sulla spiaggia Da «I bulli» a «Gli stranieri raccontano Roma»

Narrativa, saggistica, fumetti, fotografia: Roma la fa da padrona anche nelle letture da spiaggia, con una serie di titoli diversi per genere e stile, accomunati, però, dall’interesse per la Capitale. E, in molti casi, dalla passione per il viaggio. Newton Compton propone Gli scrittori stranieri raccontano Roma. Non un’antologia di brani sulla città, ma una raccolta di mini-saggi su alcune delle più significative personalità del XIX secolo che rimasero incantate dalle bellezze romane. Da Goethe a Zola, un percorso per scoprire attraverso gli occhi dell’Altro la propria identità. Il tema del viaggio è protagonista di Andare a Roma: caput mundi (Sette Città), selezione di testi tratti da guide del XVII e XVIII secolo, ossia appunti lasciati dai viaggiatori ad uso di quanti avessero voluto ripercorrerne le orme. Tra dettagli paesaggistici e strutture di accoglienza, il racconto del tratto senese-romano della via Francigena alla scoperta di luoghi «minori» ma dal fascino antico.
Sguardi contemporanei per Soggiornando a Roma di Tito Mauro (Rupe Mutevole), che riunisce lettere e cartoline inviate all’autore da turisti «emozionati» dalla visita alla città, dal 1996 a oggi. Pagine romane non mancano ne Il viaggiatore meravigliato (Il Saggiatore) che riunisce brani italiani del ’700 e per Roma propone un testo su Le bellezze della Capitale, dove l’attenzione è concentrata non sui monumenti, ma sul fascino di chi la abita, tra romanone, romane e romanine: «Le romanone sono barricate che stoppano un viottolo e fanno scuro in sala. Le romane sono anch’esse troni e denominazioni, messe dentro al figurino di Parigi. Le romanine sono donnette svelte, con occhi da Beatrice Cenci, con andature da serpente del paradiso terrestre». A fare da pendant alla narrazione delle bellezze muliebri pensa I bulli di Bartolomeo Rossetti su «fatti, fattacci e avventure di una popolare figura della tradizione romanesca» (Newton Compton). Dal prototipo del Miles Gloriosus di Plauto a Meo Patacca, tra «storie d’amore e di coltello». Viaggi nel tempo e nello spazio. Roma e Lazio emozioni dal cielo (White Star) racconta le forme di città e regione, attraverso fotografie eseguite «dall’alto». Una panoramica insolita sulla Capitale che la trasforma in un intreccio di segni e simboli, linee e curve, vuoti e pieni, che illustra secoli di storia. Dal basso, invece, la prospettiva di Città sotterranee (Unicopli) che della città documenta la parte non esposta alla luce, quella che «con i suoi sepolcri - scrive Byron - il mondo ha innalzato».
La storia del territorio è protagonista di Giganti etruschi di Giovanni Feo (Stampa Alternativa), che va alla ricerca delle delle nostre radici culturali. Accompagna il testo un dvd sulla scoperta del cerchio megalitico di Poggio Rota a Pitigliano. Molte le proposte per i più giovani, che alla dimensione urbana preferiscono quella fantastica del non-luogo. Su tutti, per amanti dell’avventura segnaliamo Rumbler (De Agostini), storia di una «magica» band di adolescenti, che alterna la narrazione romanzesca al fumetto, senza trascurare appendici audio su internet.