Ecobonus al 65%. E sgravi per le ristrutturazioni edilizie

Il governo ha dato il via libera all'ecobonus per il risparmio energetico, che sale al 65%, rispetto al 55% previsto fino al 30 giugno. La proroga viene fissata per ora fino al 31 dicembre 2013. Resta al 50% il bonus per ristrutturazioni, anch'esso prorogato. Sono le decisioni prese dal Consiglio dei ministri, nel corso del quale s'era ipotizzato anche d'alzare l'aliquota fino al 75%, per poi limitarsi a 10 punti in più rispetto alla norma attuale. Il bonus casa del 50%, altra novità, è esteso anche ai mobili fissi come armadi a muro e cucine. Il bonus allargato anche agli arredi mobilita circa 2 miliardi di euro. Nel corso del 2012 gli interventi per le ristrutturazioni edilizie che hanno usato il 50% sono stati 481.300, per un valore stimato di 8,2 miliardi. Il decreto prevede fino al 31 dicembre il 50% per spese di ristrutturazione edilizia fino a un ammontare complessivo non superiore a 96mila euro. Gli interventi finalizzati al risparmio energetico sono sempre più frequenti. Per la maggiore sensibilità ambientale dei proprietari, per l'esigenza di risparmiare, per le nuove normative. Mapei, leader mondiale nel settore dell'edilizia, ha messo a punto grazie alla ricerca nei propri laboratori di R&S, un sistema d'isolamento termico «a cappotto», Mapetherm system che consente di risparmiare e ridurre le emissioni. I tipi di isolamento sono diversi e garantiscono un aumento della capacità d'accumulo termico dell'edificio, riducendo il combustile necessario a scaldarlo (prevenendo o risolvendo il problema della condensa). Sempre più diffusi anche gli interventi d'isolamento acustico. In questi casi il Mapeisilent, riduce i rumori da calpestio su tutti i tipi di solai. Anche qui secondo le norme più avanzate sull'efficienza acustica.