Ecofim, un’Accademia da serie A

Squadra rinnovata quasi in toto

Marcello Castaldi

Arriva il Sei Nazioni e il rugby capitolino si ferma per analisi e riflessioni. In Serie B, nel girone D dove sono concentrate tutte le formazioni romane che lottano strenuamente per accaparrarsi il lasciapassare per la serie A, salgono sempre più le quotazioni della Ecofim Accademia Rugby Roma.
Proprio prima della sosta, la squadra allenata da Roberto Gentile, ha colto sul campo della capolista Fiamme Oro, un successo particolare per contenuti e spunti, vittoria che ha lanciato la società presieduta da Fausto Altea a un solo punto dalla testa della classifica. La passione è il filo conduttore che lega i componenti della società capitolina: dal tecnico, ai giocatori, fino a Luca Ceri, giovane costruttore romano e titolare della «Ecofim», sponsor principale della Accademia che viene supportata in questa stagione anche da «Mentadent», «Aisico» e dell’agenzia di Fiumicino «Ina Assitalia». La squadra è seconda anche se la stagione è iniziata con un -4 di penalizzazione, causati da un problema nel settore giovanile. Penalizzazione a parte, la Accademia sarebbe dunque prima con 3 punti di vantaggio e con tutte le carte in regola per il salto di categoria: «La situazione è positiva - spiega il tecnico della società, Roberto Gentile- stiamo lavorando bene sotto tutti i punti di vista, il gruppo cresce e devo un ringraziamento ai ragazzi per la determinazione con la quale affrontato ogni singolo allenamento». Un ruolino di marcia sbalorditivo quello dell’Accademia, con 56 punti conquistati su 70 potenziali: «Siamo ben intenzionati a conquistare il nostro obiettivo che è quello di un posto in serie A. Mancano ancora tante partite difficili, come quella di Colleferro ad esempio, ma siamo speranzosi. Un obiettivo che ci eravamo prefissati ad inizio stagione e che vogliamo a tutti i costi conquistare. Abbiamo lavorato molto dall’inizio dell’anno con una squadra nuova. Ci sono molti sono romani, aquilani, di Colleferro, un inglese, tre argentini, e così via. Diciamo un gruppo ben assortito». Soprattutto l’ultimo arrivato, l’inglese Carl Peterson ha risolto i problemi nei calci piazzati. «Stiamo lavorando bene, un lavoro che anche a livello societario mira a grandi obiettivi. Vogliamo gettare le basi per un campionato di categoria superiore».
Nel girone D di serie B ci sono tutte le romane, come Cus Roma, Namau Pretoriani, Sabina, Colleferro e Fiamme Oro che puntano in alto. L’Accademia, dopo un avvio in sordina, ha innescato la marcia, e l’arrivo di Peterson, ha rappresentato la quadratura del cerchio. L’ultima gara contro le Fiamme Oro ha mostrato una squadra forte e determinata, con un pacchetto di mischia validissimo. Durante il weekend di pausa per il Sei Nazioni, la squadra di coach Gentile affronterà sabato 10 febbraio all’Acquacetosa la Nazionale di Malta in amichevole: canonico terzo tempo in birreria e poi tutti al Flaminio a vedere Italia-Inghilterra.