Ecofin: sulla Bei via libera alla proposta italiana

Promosso il gruppo di studio ideato del ministro Tremonti per trasformare la Bei in una versione comunitaria della Cassa depositi e prestiti per il rilancio degli investimenti pubblici, che faccia da volano per la crescita <br />

Nizza - L’Ecofin promuove la proposta italiana di un gruppo di studio costitito dalla Bei e della Commissione Europea sugli investimenti in infrastrutture e nell’energia. Lo riferisce una fonte comunitaria a margine dei lavori dell’Ecofin informale di Nizza.

Arriva l'ok alla proposta di Tremonti
Il ministro dell’Economia Giulio Tremonti ha proposto di utilizzare la Banca europea per gli investimenti come volano per il rilancio della crescita. Ieri il presidente dell’Eurogruppo Jean-Claude Juncker aveva affermato che la proposta "non va resppinta". Una moderata apertura è venuta anche da parte del ministro francese Christine Lagarde, mentre Berlino è fermamente contraria all’idea. La settimana scorsa dal seminario Ambrosetti di Cernobbio Tremonti ha anticipato che intendeva presentare la propria proposta ai partner Ue. Si tratta di un progetto volto a trasformare la Bei nella versione comunitaria della Cassa depositi e prestiti per il rilancio degli investimenti pubblici, una sorta di fondo sovrano europeo che funzioni però anche a livello locale.