Economia Banca Passadore, crescono utili e impieghi

Crescono l’utile netto (+27,6 per cento) e la raccolta (+9,4) della Banca Passadore: nel primo trimestre dell’anno, l’istituto con sede a Piccapietra registra dati positivi nelle principali voci patrimoniali, tra cui anche gli impieghi alla clientela che si incrementano del 6,2 per cento e i titoli in deposito (+2,8). Lo rende noto la banca in occasione dell’assemblea degli azionisti che ha approvato il bilancio 2010 e la distribuzione di un dividendo di 0,10 euro per azione (invariato sul 2010). La banca, attualmente presente con propri sportelli in cinque regioni italiane, confida per il 2011 in un «rilevante apporto dei nuovi punti operativi». In particolare, si legge sempre nella nota, i primi riscontri ottenuti sulla piazza di Brescia, dove Banca Passadore si è insediata di recente con una filiale (per il momento in una sede provvisoria in attesa della definitiva sistemazione nella centralissima piazza della Loggia), registrano già nei primi mesi di attività un numero significativo di rapporti con volumi operativi largamente superiori alle attese.