Il miglior trader italiano si racconta: "Al campionato di trading +1067% in 30 giorni"

Giuseppe Minnicelli, miglior trader italiano del 2014, si esibirà nel suo primo seminario in tempo e denaro reale venerdì 19 febbraio 2016 al Complesso di San Giovanni in Monte Università degli Studi

Ma a cosa serve un campionato di trading? Serve a fare emergere dei campioni che poi hanno delle serie opportunità occupazionali. Ma serve anche a dare una dignità a una attività, quella dello speculatore di borsa o del trader privato che dir si voglia, che spesso in Italia nel pubblico assume i contorni del vizio ludopatico o della ciarlataneria. Spesso infatti le motivazioni che spingono i trader italiani ad iscriversi a queste competizioni di trading solo esclusivamente quelli di poter finalmente far capire in casa o alla moglie o ai genitori che diavolo di mestiere loro stanno facendo. Almeno queste sono state le motivazioni ad esempio di Alberto Tortori che ha vinto la categoria futures della TRADERS' CUP del 2015 con un rendimento impressionante.

E in altri casi ci sono dei vincitori dei questi trading contest che riescono a conseguire delle performance che hanno del mirabolante. Il caso di Giuseppe Minnicelli, vincitore della edizione 2014 della TRADERS' CUP, è forse più unico che raro: in 30 giorni di gara Giuseppe Minnicelli ha portato un capitale iniziale di 5.000 euro alla stratosferica cifra di oltre 55.000 euro con una performance precisamente del 1067% (ma del resto 10% in più o 10% in meno che cosa importa?). Giuseppe Minnicelli è un ex istituzionale che ha deciso ad un certo momento di gettare la spugna e di limitarsi a gestire i propri risparmi. E da allora non si è più fermato. La sua passione sono i titoli sottili e quelli delle biotecnologie, italiani e stranieri, anche se non disdegna la operatività rapidissima sul book e le operazioni intraday. Si può dire che Giuseppe Minnicelli sia il migliore trader italiano? Lui si schernisce dicendo che "è un mestiere come gli altri e il suo desiderio è quello di sensibilizzare il pubblico italiano sulla serietà dell'attività di trading e di come però d'altro lato non sia opportuno cadere vittima di facili illusioni. È un mestiere duro, si può fare, non tutti ce la fanno". Questo in succo il suo messaggio.

Giuseppe Minnicelli si esibirà nel suo primo seminario in tempo e denaro reale venerdì 19 febbraio 2016 al Complesso di San Giovanni in Monte Università degli Studi: spiegherà al pubblico le sue tecniche e farà trading in tempo reale giocando i suoi capitali sui mercati. Si tratta di un evento organizzato dalla rivista TRADERS' MAG con il patrocinio de IlGiornale.it "La nostra finalità è di tipo didattico - spiega Maurizio Monti - ovviamente mettiamo in guardia il pubblico dalla difficoltà di replicare anche solo da lontano performances di questo tipo. Ma d'altro lato è una realtà che non può essere sottaciuta, ben coscienti che questo non può fare piacere a chi vede i mercati finanziari come qualcosa di assolutamente efficiente impossibile da battere. Con molta umiltà però pensiamo che dall'analisi di performance come questa tutti possiamo avere un beneficio intellettuale".