Apple scende in Borsa: manca l'iPhone "low cost"

Samsung vende il doppio rispetto alla società statunitense grazie a una gamma più ampia. Fuori dai "top 5" Nokia e Blackberry

Nonostante i conti stellari Apple arranca a Wall Street. Ieri il colosso di Cupertino, che in tre mesi ha messo a segno utili sopra le stime ma con previsioni opache, ha perso oltre il 7%. Eppure in tre mesi la società guidata da Tim Cook ha venduto 51 milioni di iPhone, un record rispetto ai 47,8 milioni di pezzi di 12 mesi prima, ma sotto le stime degli analisti e ben 26 milioni di iPad, un mercato quello dei tablet dove Apple è prima staccando i concorrenti di diverse lunghezze.

Quanto ai conti Apple ha registrato utili per 13 milioni di dollari e ricavi per 57,5. Ma, secondo Bert Dohmen, fondatore di Capital Research, il titolo di Apple potrà arrivare a perdere nei prossimi mesi anche il 40%, perchè la società «non ha messo sul mercato nessuna innovazione tecnologica dalla scomparsa di Steve Jobs e sta subendo pesantemente l'avanzata delle concorrenti».

Il vero problema di Apple è che non riesce a sfornare smartphone di fascia media o bassa. Il primo tentativo fatto con l'iPhone 5C infatti non è stato un successo, forse anche perchè il prezzo, intorno ai 600 euro, non può certamente essere considerato basso. Ed è proprio per questo che, l'anno scorso, Apple ha venduto 150 milioni di iPhone contro i 300 milioni venduti dai primi della classe, ossia i coreani di Samsung. Il 2013, sul fronte dei cellulari intelligenti, è un anno da record. Gli smartphone venduti nel mondo, secondo i dati di Idc, hanno toccato per la prima volta il miliardo di pezzi con una crescita del 38,4% rispetto al 2013. E sempre secondo la società di ricerca quest'anno i cellulari «smart» hanno rappresentato più del 55% di tutti i telefonini venduti al mondo (1,82 miliardi), mentre nel 2012 questa percentuale era ferma al 41,7%.

A trainare il mercato è come già detto Samsung, che ha declinato la gamma Galaxy per tutti i gusti e prezzi vendendo un terzo di tutti gli smartphone del mondo. Al secondo posto c'è Apple con il 15%, in discesa rispetto al 2012 quando aveva fatto registrare una quota del 18%. Da notare comunque che la società Usa è l'unico produttore non asiatico tra i primi venditori mondiali dopo la sparizione di due marchi, storici ma in declino, come Nokia e Blackberry. Al terzo posto c'è infatti Huawey con una quota di mercato del 4,9% e 48,8 milioni di pezzi venduti, quarta la coreana Lg con il 4,8% e quinta ma in grande progressione (+91% in un anno) un'altra cinese che è anche il primo produttore mondiale di pc. Si tratta di Lenovo che nel 2013 ha venduto 45,5 milioni di smartphone.

Commenti

cgf

Mer, 29/01/2014 - 08:51

anche alla Ferrari manca un'auto low-cost però i conti di Apple sono più che in ordine ed ha molto più cash-flow (differenza tra tutte le entrate e le uscite monetarie) di quanto ne possieda Samsung [e non solo..... anche si Obama]. Come vorrei essere in crisi io come lo è Apple!!

pietrom

Mer, 29/01/2014 - 10:20

Scommessa: la giornalista, Maddalena Camera, ha fatto il liceo classico: "Quanto ai conti Apple ha registrato utili per 13 milioni di dollari e ricavi per 57,5." Non sono milioni, ma miliardi. Lo so, sono puntiglioso, sono solo tre zeri di differenza... ;-)

cgf

Mer, 29/01/2014 - 23:47

btw la gamma di Samsung (non solo, ad esempio anche Asus per i computer et similia) è ampia perché a 'loro' costa meno fare un nuovo modello che aggiornare quelli esistenti, in giro ci sono telefoni iPhone 3GS che hanno ricevuto gli aggiornamenti fino alla versione 6 di iOS, ottobre 2012. NB iPhone 3GS è stato introdotto nel giugno 2009 e, ok sarò ignorante, ma non conosco nessun altro smartphone che abbia potuto 'sopravivere' a 3 release di sistema operativo e dopo quasi cinque anni!

cgf

Mer, 29/01/2014 - 23:47

sono ancora indeciso se comprare una panda o una ferrari...

dariopas

Ven, 31/01/2014 - 09:38

è incredibile si leggono ancora articoli del genere su testate rinomate .. ma dico io perché' ? Eppure esula dalla logica .. un telefono di fascia medio/bassa è per definizione un telefono che costa da 150 a 300 euro .. se una ditta fa un telefono che costa 600 euro come si fa a scrivere un tentativo mal riuscito ? Se uno vuole criticare deve scrivere che l'errore di apple è di non produrre un telefono di fascia media bassa .. questo lo posso accettare è un critica che può' avere le sue fondamenta .. ma dire ci ha provato e ha sbagliato è una clamorosa menzogna .. detta per cercare di gettar fango volutamente e ingiustamente.

cgf

Sab, 01/02/2014 - 13:14

Anche questa mattina ho avuto una analoga discussione con un cliente; ma perché è un errore NON produrre un telefono di fascia bassa? mai visto capi di alta moda nelle bancarelle a meno che non siano delle imitazioni! perché Apple si e gli altri no? quando gli altri ancora proponevano i monitor 'a schermo verde', Apple carozzava i sony trinitron. Intanto però questo mio cliente si rifiuta di vendere i suoi prodotti tramite la GDO perché fan guadagnare un tubo e poi il suo è un prodotto di qualità, ha risposto!!