Abbiamo la Rc auto più cara d'Europa

In Italia il prezzo medio della polizza per cliente è di 491 euro, 231 euro in più rispetto alla media dei quattro maggiori Paesi europei

Un altro primato. Ancora una volta negativo. In Italia il prezzo medio della polizza RC Auto per cliente è di 491 euro, 231 euro in più rispetto alla media di 278 euro nei quattro maggiori Paesi europei: Francia, Spagna, Germania e Regno Unito. L'assicurazione è più cara sia per le automobili che per le moto. Per quanto riguarda le vetture gli Italiani pagano 526 euro, mentre i 4 big europei si fermano a 291 euro. Per le moto siamo a 279 euro in Italia contro 150 euro. Una dato allarmante, quello fornito dall'Ania (l'associazione delle aziende assicuratrici), ma non inaspettato. Chiunque possiede una vettura sa quanto siano onerose le spese di mantenimento nel nostro Paese. Le assicurazioni, tuttavia, non vogliono accollarsi la responsabilità di questi prezzi stratosferici.  "A incidere sensibilmente sui costi - ha sottolineato il presidente della Commissione Auto Ania Alessandro Santoliquido - è per il 60% il costo del sinistro". In Italia - si legge nello studio - i risarcimenti sono decisamente più alti rispetto ai Paesi presi in esame. In particolare i risarcimenti per caso di morte sono 4 volte più alti rispetto agli altri paesi (649.000 euro rispetto a 138.000 euro negli altri paesi), più alto anche il livello del danno patrimoniale a possibili beneficiari(50-60.000 euro contro 30-40.000 degli altri paesi). "Se il Governo vuole che il sistema di garanzie sia alto è legittimo - osserva il presidente dell'Ania Aldo Minucci - quello che non è legittimo è farlo pagare alle assicurazioni, perchè questa scelta ricade sui prezzi".

Ma a far lievitare i prezzi c'è un altro fattore, particolarmente sviluppato nel nostro Paese: le frodi. Le truffe ai danni delle assicurazioni finiscono per incidere almeno per il 40 per cento sul costo della polizza. A seguire, nella classifica dei fattori che portano la Rc sul primo gradino del podio europeo, i comportamenti pericolosi al volante.  Dall'uso del telefono cellulare durante al guida, al non uso di tutte e cinque le cinture di sicurezza sull'auto.

La soluzione a questo salasso? Per Ania sono "utili" per la riduzione dei premi i meccanismi per contrastare le frodi in generale e le speculazioni nella procedura di liquidazione dei danni. Bene insomma la norma che evita i testimoni di comodo, quella sul risarcimento specifico attraverso officine convenzionate e anche l'uso della scatola nera come mezzo di prova nei processi civili. Meno bene il meccanismo degli sconti stabiliti dal decreto. "Il Governo deve avere più fiducia nelle imprese - afferma il presidente Minucci - bisogna introdurre elementi di riduzione dei costi e ci sarà la riduzione dei prezzi". Su questa linea l'Ania chiede l'approvazione della "tabella unica per il risarcimento dei danni fisici di grave entità, misura fondamentale per avvicinare il costo dell'Rc Auto a livello dell'Europa" abbassando quindi i massimali di risarcimento.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 15/01/2014 - 13:48

come 279 per le moto in Italia? Balle, io chiesi alla mia assicurazione in Italia quanto costava assicurare una moto cc650, mi dissero 900 euro all'anno qui invece ne chiedevano 100, però qui sono in Germania e lì in Italia questa è la differenza.Se mi dite che in Italia non sanno guidare e derubano certi le assicurazioni con falsi incidenti ,sono perfettamente d'accordo.Ma capite bene,,,siete italiani in Italia.

edo1969

Mer, 15/01/2014 - 13:50

colpa della merkel

Duka

Mer, 15/01/2014 - 14:01

Solo la RC auto italiana è la più cara d'Europa??? Dite la verità avete voluto essere molto generosi!!!!!

Ilpassatorcortese

Mer, 15/01/2014 - 14:03

Penosi! Che all'estero la manodopera i ricambi o il risarcimento a persone costi meno lo dicono loro.Truffatori

berserker2

Mer, 15/01/2014 - 14:05

Ma per "guida spericolata" a giustificazione delle alte tariffe, si riferiscono alle migliaia di rumeni, albanesi, zingari, africani, sottanati e cinesi che con false patenti (quando ce l'hanno), sotto effetti di alcol o droghe, fregandose di tutte le norme del codice della strada e del vivere civile, vanno a tutto spiano commettendo infrazioni continue, incidenti. A questi si riferiscono? Che poi, sempre gli stessi clandestini immigrati non sappiano nemmeno cosa sia il bollo e l'assicurazione obbligatoria che non pagano mai, e si debba gli italiani per bene farsi carico anche delle povere risorse, allora si capisce gli alti costi (un pò come nella sanità, nelle scuole, negli affitti agevolati e via via concedendo sempre con molta comprensione.....).

ugsirio

Mer, 15/01/2014 - 14:06

Può essere ma la realtà è che siamo una colonia europea. Anche gli altri prezzi sono i maggiori d'Europa vedi computer, Ipad, telefonini, internet, telefono, medicinali,benzina.......

Anonimo (non verificato)

edo1969

Mer, 15/01/2014 - 14:13

è colpa della merkel che ci affama, ovviamente

vince50_19

Mer, 15/01/2014 - 14:32

E quindi che si fa, si spalmano gli aumenti su tutti gli assicurati? Informatizzare completamente questo ramo per colpire le speculazioni no? Costa troppo? Mi pare che fra gli evasori fiscali più "consistenti" vi siano anche le assicurazioni. Sbaglio? Ma andate a raccogliere pomodori in Puglia: hanno bisogno di manodopera "regolare"..

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mer, 15/01/2014 - 14:37

ma abbiamo i soldi per pagarle altro che crisi !! questo è curioso

meloni.bruno@ya...

Mer, 15/01/2014 - 14:46

Se dovessero fare le olimpiadi dei LADRI l'Italia salirebbe in tutti e tre i PODI! Addirittura anche il quarto posto,medaglia di LEGNO!

moichiodi

Mer, 15/01/2014 - 14:48

assicurazione alta, letta ladro!

Massìno

Mer, 15/01/2014 - 14:48

Paghiamo di più perchè truffiamo di più. Tutti conosciamo qualcuno che per un banale tamponamento è riuscito a far credere di avere una grave lesione da colpo di frusta e farsi risarcire in modo non proporzionale al danno. Il costo dei furbi lo dividiamo tra tutti.

Massìno

Mer, 15/01/2014 - 14:48

Paghiamo di più perchè truffiamo di più. Tutti conosciamo qualcuno che per un banale tamponamento è riuscito a far credere di avere una grave lesione da colpo di frusta e farsi risarcire in modo non proporzionale al danno. Il costo dei furbi lo dividiamo tra tutti.

antidoto

Mer, 15/01/2014 - 14:48

Da Roma in giù il 20% dei possessori di veicoli NON paga l’assicurazione. Infatti, in Campania si paga quasi il triplo di assicurazione che nel Trentino-Alto Adige. Privilegiati i nordisti? No, semplicemente più onesti e meno spericolati. Punto. Dove sta il problema? Basta essere più onesti. Doppio punto. Con tutti ‘sti cattolici che vanno a messa ogni domenica, è possibile che durante i restanti sei giorni della settimana si dimenticano completamente dei comandamenti più semplici? Se l’Italia fosse una vera nazione unita, gli organi dello Stato preposti farebbero rispettare la legge nella stessa misura su tutto il territorio nazionale. Ma NON è così. Quindi, meglio prendere atto della divisione di fatto e formalizzarla. NORD LIBERO!!! Il resto faccia che gli pare. NORD LIBERO!!!

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 15/01/2014 - 14:51

Ma non sarebbe il caso, nella situazione italiana, di valutare l'opportunità di eliminare l'assicurazione obbligatoria, e tornare a quella facoltativa com'era una volta? Tanto già adesso molti non la pagano l'assicurazione, e poi, in caso di incidente, non sempre è facile farsi liquidare i danni. Certo, sarebbe un duro colpo per le assicurazioni, però in cambio avremmo un grosso alleggerimento sulle spese delle famiglie ...

antidoto

Mer, 15/01/2014 - 14:53

Abbiamo anche il Presidente dell Repubblica più caro.

lellocalabria

Mer, 15/01/2014 - 14:54

L'assicurazione in Italia è obbligatoria, ma oramai sono circa 4.000.000 le auto che circolano sprovviste. Non perchè l'italiano non voglia farla, ma è diventato impossibile. Ho fatto il calcolo con una assicurazione on line e per la stessa auto, con lo stesso conducente tra la mia provincia e una del nord c'è una differenza del 60%, per non parlare poi dei ciclomotori dove la stessa compagnia per lo stesso mezzo, variando solo la provincoa di residenza, ha una differenza di oltre 600€. Tenendo presente che sono in prima classe e con 30 punti sulla patente.

gneo58

Mer, 15/01/2014 - 14:55

in Italia per una moto di media cilindrata si pagano circa 450 (solo RC auto - classe 1) il giornalista e' pregato di informarsi prima di scrivere - detto cio' diciamo che puo' anche essere colpa dei risarcimenti alti ma non si capisce perché continuano ad esserci cospicui aumenti anche per chi danni non ne ha prodotto MAI. Altro discorso soneo le truffe ma cio' non dovrebbe essere scaricato sulle spalle degli assucurati che 99 volte su 100 nulla ne possono.

Ritratto di zocchi

zocchi

Mer, 15/01/2014 - 14:57

abito in Svizzera per esempio Lancia K 3000 cc assicurazione annua RC , controllato le tabelle italiane, assicurazione euro 1.200 il più basso annuo. A me costa 615 franchi che corrispondono a poco più di 5oo euro . forse qiì non ci sono troppe truffe come in Italia

antidoto

Mer, 15/01/2014 - 15:00

Non vedo ancora il commento di qualche sinistrato lobotomizzato che sostiene che anche per questo l'unico grande colpevole sia S.B.

Ritratto di Ezechiele lupo

Ezechiele lupo

Mer, 15/01/2014 - 15:01

In Giappone arriva il giorno stesso della denuncia il perito e rilascia l'assegno immediatamente. In Germania fanno truffe più o meno come in Italia solo che non li scarcerano il giorno stesso e non ne val la pena. Da noi c'è il " vezzo " di lasciare alle compagnie di fare cartello con prezzi altissimi che pagano gli onesti ovvero la maggioranza. Le leggi sono poco protettive verso la brava gente e iper garantiste verso i fetenti. Per l'amico dei tedeschi vorrei aggiungere che mi hanno spaccato i vetri una sola volta ed ero in Germania e nelle metropolitana di Hannover sono stato rapinato e nessun tedesco ha fermato il bandito che scappava, l'unico che ha cercato di aiutarmi era ...cinese.

Ritratto di mario pitorri

mario pitorri

Mer, 15/01/2014 - 15:03

sono 30 anni che l'assicurazione è la piu alta d'europa..buongiorno e grazie di esservene accorti solo ora, meglio tardi che mai!

COSIMODEBARI

Mer, 15/01/2014 - 15:05

Era gennaio 2012, con la mia auto ho lasciato una pennellata di vernice gialla sulla portiera di una opel corsa datata 1994. Sapete quanto ha risarcito la mia compagnia Con.Te? Ben 1220 euro, ovvero quasi il prezzo, in lire, pagata nuova da chiunque acquirente. Il dato l'ho ricevuto, su mia richiesta, dall'isvap. Lo avevo chiesto, confidando nel fatto che il danno fosse stato pagato in poche decine di euro, per poter restare nella classe di merito ante incidente. Precisazione doverosa: il danno fu periziato e liquidato anticipatamente dalla compagnia della controparte, la FondiariaSai (ma guarda un po da chi!).

COSIMODEBARI

Mer, 15/01/2014 - 15:09

...scaduta l'assicurazione a luglio 2012 e passando di 2 classi in più, dalla 5 alla 7 il premio proposto, sempre da Con.Te è passato da 550 euro circa a ben 980 euro. L'auto è ferma e chiusa nel box, ho 2 auto, aspetto che diventi d'annata (manca poco). Sapete adesso quant'è la proposta, sempre di Con.Te?...663 euro.

beale

Mer, 15/01/2014 - 15:11

come per l'economia, è sempre colpa degli italiani! mia figlia per cambiare il parabrezza è andata in un centro convenzionato con la compagnia assicuratrice e le hanno chiesto 350 euro in più per giunta con vetro non marcato originale.L'ha cambiato in concessionaria con ricambio originale e la compagnia ha risparmiato.c'è qualcosa che non funziona (è un eufemismo)c'è molta gente che si chiama fuori.è necessario un "reset" generale.correggere le regole complica ulteriormente la situazione. eliminarle tutte e ripartire.

antidoto

Mer, 15/01/2014 - 15:12

@edo1969: Illuminami, pensavo fosse sempre colpa di Silvio…

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Mer, 15/01/2014 - 15:15

@franco-a-trier-DE... Mi sa che ti hanno fregato. Io dell'SV650 di mia moglie pago circa 250 €, mentre sul mio 996 pago circa 450

Ritratto di ventavog

ventavog

Mer, 15/01/2014 - 15:16

in Italia vi sono circa 214000 avvocati iscritto all'Albo (salvo errori), oltre un numero imprecisato di professionisti dell'infortunistica stradale. Il tutto per venti milioni di veicoli e sessanta milioni di abitanti. Che c'entri qualcosa? Non sarebbe il caso di iniziare ad incidere anche su questi numeri?

unclesam1

Mer, 15/01/2014 - 15:21

Come le tasse più alte e i servizi peggiori. Tre primati: non male.

Boxster65

Mer, 15/01/2014 - 15:26

Il ramo auto è un altro degli ammortizzatori sociali utilizzati in Italia. Un altro mangia mangia pagato dai soliti pirla. E al Sud invece è naturale denunciare un paio di falsi incidenti all'anno per "arrotondare" la falsa pensione d'invalidità...

vince50

Mer, 15/01/2014 - 15:39

Colpa di tutti noi,per aspetti diversi più o meno legalizzati,però raccogliamo soltanto quello che abbiamo seminato.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mer, 15/01/2014 - 15:44

In merito alla RCAUTO ,il cittadino dovrebbe avere il coraggio di dire cosa realmente ne pensi da sempre su questa CASTA delle ASSICURAZIONI ITALIANE. Le varie Assicurazioni italiane , da sempre, nessuno le può controllare. I Politici Le hanno sempre assecondate nelle loro incredibili richieste di aumento. C'è da pensare pertanto che molti politici, da sempre, facciano parte misteriosamente di queste assicurazioni ricavando anche su questo ramo introiti a non finire sempre a spese del popolo. Trattasi di MILIARDI di Euro e non di "NOCCIOLINE" e la scusa di rimborso per danni a terzi, NON REGGE PROPRIO. Infatti. a differenza di tante Imprese che falliscono, non si è mai sentito dire che una certa Assicurazione sia andata in fallimento. Sarebbe ora di finirla con questa storia dei continui asfissianti rincari di sapore rapinoso ed aprire le porte a tutte le altre Assicurazioni Europee.

ghorio

Mer, 15/01/2014 - 16:14

Lo sappiamo da vent'anni: solo che i governi che si sono succeduti non hanno provveduto a dare le direttive alle società di assicurazione.

denteavvelenato

Mer, 15/01/2014 - 16:30

Colpa dei komunisti che si pappano i bambini e poi fanno passare tutto come se fosse un incidente, se così non fosse, sarà la Merkel, l' euro, magistratura democratica, o peppa pig,

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 15/01/2014 - 16:59

Se. l,assicurazione di RCA in Italia é troppo cara perche le societa assicuratrici non fanno gli stessi controlli che ci sono nel resto dell,Europa?!; UN ESEMPIO? IO SO CHE QUI IN GERMANIA PARECCHI ANNI FÁ MOLTI TURISTI TEDESCHI CHE VENIVANO IN ITALIA A PASSARE LE FERIE AL RITORNO IN GERMANIA DENUNCIAVANO DI ESSERE STATI DERUBATI; É LE SOCIETA ASSICURATRICI PAGAVANO SENZA FIATARE; MA UN GIORNO ANCHE LORO SONO DIVENTATE DUBBIOSE PERCHE ANNO PER ANNO SEMPRE LE STESSE FAMIGLIE DENUNCIAVANO I FURTI E LE RUBERIE! ALLORA SAI COSA HANNO FATTO LE CASE ASSICURATRICI CARO FRANCO A TRIER? LORO HANNO PRETESO UNA DENUNCIA PER OGNI FURTO FATTA DALLA POLIZIA ITALIANA; É O WUNDER! CARO FRANCO A TRIER LE RUBERIE E FURTI IN ITALIA DA UN MOMENTO ALL;ALTRO SONO CESSATI DEL 70% QUESTO HA FATTO RISPARMIARE LE CASE ASSICURATRICI TEDESCHE 1-2 MILIARDI DI EURO ALL;ANNO; TANTE ERANO LE FALSE DICHIARAZIONI DI FURTO FATTE DAI TEDESCHI IN GERMANIA! I TEDESCHI NON SONO TUTTI ONESTI É CHI PUO MIGLIORARE LA CASSA DELLE FERIE LO FÁ SENZA AVERE SCRUPOLI; É SOLO UN ILLUSO COME FRANCO A TRIER PUO CREDERE CHE IN GERMANIA NON CÉ CRIMINALITA; É IL C;Á NISCIUN É FESS C´É ANCHE IN GERMANIA!.

Ritratto di cape code

cape code

Mer, 15/01/2014 - 17:00

Ma va'? Non me lo sarei aspettato di avere l'RC piu' caro d'Europa. LOL Poi naturalmente tutti hanno la scusa pronta sul perche' abbiamo sempre tutto piu' caro.

nino47

Mer, 15/01/2014 - 17:01

...ma abbiamo anche gli imbroglioni piu rappresentativi di europa!!!

gneo58

Mer, 15/01/2014 - 17:02

dovrebbe esistere UN SOLO PREMIO ASSICURATIVO legato alla PATENTE - punto - poi posso avere auto, moto ecc ecc ma pago una sola assicurazione visto che ho UNA SOLA PATENTE - ma chi glielo dice a sti' ladri che non possono piu' mangiarci sopra ?

canaletto

Mer, 15/01/2014 - 17:08

FINCHE LE COMPAGNIE CONTINUERANNO AD AVERE PERITI, LIQUIDATORI E CARROZZIERI COMPIACENTI, PAGHERANNO SEMPRE E DI PIU A SCAPITO DEGLI ASSICURATI. PERCHE' NON POSSIAMO ASSICURARCI IN FRANCIA O IN UE, VISTO CHE NE FACCIAMO PARTE E LE COMPAGNIE CHE VADANO A FARSI FOTTERE????

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mer, 15/01/2014 - 17:25

pensate che con lo scooter 250 cc potrei provocare 6 milioni di euro di danni, per questo siete la comica del mondo intero italiani felici di farvi sempre in****re

linoalo1

Mer, 15/01/2014 - 17:30

Esattamente come con le Tasse!Siamo un Popolo di imbroglioni? O sono solo i controlli poco validi?Penso proprio che siano i controlli!Se Al Capone fosse vissuto in Italia,non avrebbe avuto problemi e avrebbe potuto delinquere a lungo!Lino.

fedele50

Mer, 15/01/2014 - 17:48

Ho riparto auto in carrozzeria x 50 anni, il marcio sta nei periti conniventi e, assicuratori corrotti.l'artigiano si adegua x non morire di fame, comunque da condannare sempre,un giorno mi sono offerto a un perito x fargli capire da dove deve cominciare per capire dove la truffa iniziava, risposta,non mi danno medaglie , e poi bastano testi falsi x farsi risarcire, e le assicurazioni quando non quadrano i bilanci aumentano le polizze e, amen.p.s. con l'informatica che abbiamo potremmo scovare qualsiasi truffa , basta volerlo.ma non lo vogliono.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 15/01/2014 - 18:48

edo, certo è la Merkel che vi mette le tasse , lei telefona ai vari ministri italiani e a Letta di notte dicendo da domani voglio che aumentiate le assicurazioni auto,Ezechiele sei sicuro che non fossero italiani? Ce ne sono molti italiani in Germania troppi, e poi chi rischia di prendere una coltellata per te? Hellamnta io chiesi per una moto in Italia allora avevo la mia auto con targa italiana mi dissero 900 euro per la moto piu che per una auto, lasciai perdere chiesi qui mi dissero 100 euro all 'anno per stessa moto, comunque moto non ne compro per 3 o 4 mesi all'anno..poi inizia il fresco.Zocchi vuoi paragonare la Svizzera con la Italia lascia perdere, ci sono di quei truffatori di assicurazioni che non immagini( dico in Italia) neppure,gente che carica apparecchiature elettroniche costose non più efficienti e dicono di essere stati danneggiati da auto..

Ritratto di stenos

Anonimo (non verificato)

beale

Mer, 15/01/2014 - 20:08

ventavog: hai centrato il problema; il resto è masturbazione da impotenti.

terape

Mer, 15/01/2014 - 20:24

In Italia il costo delle RCA non potrà mai diminuire, anzi penso tenderà sempre ad aumentare, in quanto da un lato i cittadini vengono obbligati (con la forza) dallo Stato ad assicurarsi, dall'altro le compagnie di assicurazioni sono lasciate libere di imporre i prezzi che vogliono. Una tale tresca tra privati è detta associazione a delinquere e perseguita dalla legge, in questo caso nessuno se ne occupa, chissa perchè!!!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 15/01/2014 - 20:45

ESPOSITO è UN PECCATO CHE NON TI SIA ANCORA ABITUATO ALLA VITA TEDESCA OVVERO INTEGRATO, QUEI GIOCHI DI PRESTIGIO TRUFFE ALLE ASSICURAZIONI LE SANNO FARE MOLTO BENE IN ITALIA SPECIALMENTE NELLA TUA REGIONE SONO DEI MAESTRI DOVRESTI SAPERLO,SI TI SEMBRA CHE LA GERMANIA SIA COME LA ITALIA PERCHè NON VAI ALLORA CON LA TUA FAMIGLIA AL TUO PAESIELLO DI ORIGINE?TANTO TUTTO IL MONDO è PAESE, TU IN GERMANIA HAI TROVATO L'AMERICA COME MOLTI MERIDIONALI ITALIANI,RICORDATI CHE NON SI SPUTA NEL PIATTO DOVE SI MANGIA E NON SI CRITICA CHI TI DA DEL LAVORO E TI MANTIENE,LA TUA MENTALITà SARà SEMPRE ITALIANA VISTO CHE QUI NON ANCORA IMPARATO UN CAXXO.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mer, 15/01/2014 - 20:59

Una VERGOGNA...INDICIBILE!!! FURFANTI!!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 15/01/2014 - 21:17

poi dici cazzate esposito, tutti sanno che se subiscono un furto all'estero lo devono denunciare polizia carabinieri nel paese dove è avvenuto il furto, altrimenti la assicurazione non pagherebbe non sai neppure che qui in Germania se hai un incidente con ragione o torto se non avevi le cinture di sicurezza allacciate non pagano, vuoi fare il sapientone e non sai un kaxxo.

fedsam

Mer, 15/01/2014 - 21:40

Sono tornato in Italia per le vacanze natalizie e guidando l'auto mi sono sentito nella giungla. Almeno il 70% degli automobilisti non rispettava distanze di sicurezza ne' i limiti di velocità. In autostrada, in corsia di sorpasso a 130km/h, mi trovavo costantemente a subire i flash di fari abbaglianti a distanza quasi zero. Nei centri abitati minori sono stato sorpassato continuamente o "pressato" ad accelerare perche' guidavo "solo" a 55km/h. Sto' parlando del Veneto, dove molti si ritengono più civili dei meridionali. L'arroganza e disonestà della maggioranza degli italiani, in spregio nei confronti dei pochi onesti, va' premiata anche con premi RC auto più alti (oltre alla classe politica ladra)!! Saluti dalla Norvegia, dove le auto frenano di colpo quando un pedone appena guarda le striscie pedonali dal marciapiede.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 15/01/2014 - 22:49

fedsam fai come me io ho imparato, quando stai sorpassando e un altro dietro a te ti lampeggia tocca il freno con il pedale 2 o 3 volte vedrai che la terza volta non ti rompe più i coglioni, sembra che gli automobilisti italiani in Italia soffrino del morbo di Parkinson sulle strade , ma qui in Germania ve lo fanno passare.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 15/01/2014 - 22:53

certo che i ladri ci sono anche qui esposito però in misura molto molto minore.Se li beccano vanno in galera qui.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 15/01/2014 - 22:58

fedsam come in Germania stessa cosa.Ma questi sono paesi civili.

Noidi

Mer, 15/01/2014 - 23:53

@fedsam: Benvenuto nel Club.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 16/01/2014 - 09:22

berserker2 , siete voi italiani che non sapete guidare , lascia perdere i rumeni tutta questa gentaglia che sono protetti dai giudici pensate a voi, loro possono tutto sono ospiti in Italia.Con una magistratura così tutto possono.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 16/01/2014 - 16:41

#franco@trier. GUARDA; CHE IO SONO SONO IN GERMANIA DA POCO MA da 44 ANNI! É QUANDO SONO ARRIVATO IO IN GERMANIA TU STAVI ANCORA A COLTIVARE LE PATATE A GENOVA! NON SARAI TU AD INSEGNARE A ME COME É LA VITA IN GERMANIA; OPPURE CHE COSA CI SONO DI COSE CHE NON FUNZIONANO IN GERMANIA! ACCIDENTI! SE CI SONO LADRI IN GERMANIA! MA SOLO LA GENTE COME TE VEDE LE COSE CON GLI OCCHI DA TEDESCO;MA TU NON DICI MAI CHE QUI NEI SUPERMERCATI COME KARSTADT OPPURE KAUFHOF MERCE PER 7 MILIARDI DI EURO VENGONO RUBATI ANNO PER ANNO;OPPURE CHE QUI CI SONO BANDE CHE LAVORANO SUGLI INCIDENTI AUTOMOBILISTICI CHE GUADAGNANO MILIONI DI EURO PROVOCANDO INCIDENTI? É SE TU NON LO SAI CARO IN MIO IGNORANTE LA DENUNCIA DEI FURTI É SOLO VECCHIA DI QUALCHE ANNO É ANNI PRIMA CHE ARRIVASTI TU IN GERMANIA; LE ASSICURAZIONI PAGAVANO I FURTI SENZA FARE MOLTI PROBLEMI É DOPO CHE SE NE SONO ACCORTI CHE LORO VENIVANO TRUFFATI DAI TURISTI TEDESCHI CHE VENIVANO IN ITALIA; LE ASSICURAZIONI HANNO PRETESO CHE I FURTI FOSSERO DENUNCIATI ALLA POLIZIA! CHE NELLA MIA REGIONE CERTA GENTE E SPECIALIZZATA NEL TRUFFARE LE ASSICURAZIONI QUESTO IO NON LO NEGO; MA CHE I TEDESCHI SIANO TUTTI DEI SANTARELLI QUESTO LO POSSO NEGARE; É CHE I TRUFFATORI VANNO IN GALERA QUESTO DIPENDE DALLA GRAVITA DELLE TRUFFE; MA IN LINEA DI PRINCIPIO TU HAI RAGIONE IN ITALIA CI SONO PIU LADRI CHE IN GERMANIA; MA QUESTO DIPENDE ANCHE IN GRAN PARTE DALLA GIUSTIZIA ITALIANA CHE FÁ COMPLETAMENTE SCHIFO, ED E PER QUESTO CHE LEI É AL 158 POSTO NEL MONDO!.

fedsam

Gio, 16/01/2014 - 19:59

@franco-a-trier_DE: grazie per il consiglio, pero' talvolta qualcuno sorpassa pure sulla destra (sic!) @Noidi: contento di essere nel Club. Se in Italia le cose non migliorano e vanno in questa direzione meglio rimanerci. @pasquale.esposito: è vero che i ladri e le truffe ci sono dappertutto nel mondo, ma il loro livello di diffusione nella società influisce sulla qualità della vita.