Accordo su manette a evasori. Il conto salato per le imprese

È stato depositato in commissione Finanze della Camera l'emendamento al Dl fiscale che riscrive la norma sui reati tributari, oggetto di lunga trattativa nella maggioranza

È stato depositato in commissione Finanze della Camera l'emendamento al Dl fiscale che riscrive la norma sui reati tributari, oggetto di lunga trattativa nella maggioranza. La proposta di modifica dei relatori attenua l'aumento delle pene detentive per i delitti occasionali di dichiarazione infedele e di omessa dichiarazione, non caratterizzati da condotte fraudolente, lasciando immutate le soglie di punibilità per i delitti di omesso versamento di ritenute e di Iva. Viene inoltre limitata l'applicabilità delle confisca per sproporzione ai reati tributari più gravi. Il termine per presentare i subemendamenti alla proposta di modifica, fissato inizialmente alle 14,30 è stato posticipato alle 19, orario in cui dovrebbero riprendere votazioni in Commissione.

Con l'emendamento, spiegano i relatori nella Relazione illustrativa, "anche al fine di non colpire con rigore eccessivo l'occasionale colpevole di delitti non caratterizzati da condotte fraudolente, si è attenuato l'aumento delle pene per i delitti di dichiarazione infedele e di omessa dichiarazione". Inoltre, sono state lasciate immutate le soglie di punibilità per i delitti di omesso versamento ed è stata limitata l'applicabilità della confisca per sproporzione ai soli delitti tributari aventi caratteristiche -in termini di connotazione fraudolenta della condotta e gravità del fatto (per imposta evasa o entità di importi sottratti all'imposizione fiscale) - da rivestire un maggior spessore indiziante di accumulazione illecita di ricchezze. In particolare, per quanto riguarda la confisca di sproporzione, l'intervento mira a selezionare le fattispecie delittuose più gravi in rapporto a due criteri alternativi, a seconda della struttura del reato: - per i reati che necessariamente richiedono, ai fini della punibilità, il superamento di una soglia di evasione d'imposta, la confisca per sproporzione viene limitata ai casi in cui sia stata accertata una evasione di imposta superiore a euro centomila; - per i reati che, invece, non richiedono, ai fini della punibilità (e, quindi, non implicano in giudizio) l'accertamento di una soglia minima di evasione, la confisca per sproporzione viene limitata ai casi emissione di fatture per operazioni inesistenti o di indicazione di elementi attivi inferiori a quelli effettivi o di elementi passivi fittizi per importi superiori a euro duecentomila. Ciò al fine di limitare la misura a condotte che, in ogni caso, "siano idonee a produrre un'evasione fiscale di entità rilevante, variabile a seconda dell'aliquota applicabile e comunque prossima, nella maggior parte delle fattispecie, a quella di centomila euro". Sempre in tema di confisca di sproporzione, trattandosi di misura penale, la misura è limitata alle persone fisiche condannate. La "sproporzione" riguarda i beni o le altre utilità di cui il condannato non può giustificare la provenienza e di cui, anche per interposta persona fisica o giuridica, risulta essere titolare o avere la disponibilità a qualsiasi titolo in valore sproporzionato al proprio reddito, dichiarato ai fini delle imposte sul reddito, o alla propria attività economica. In applicazione della disciplina generale dettata per l'istituto dal codice penale, il condannato potrà giustificare la provenienza dei beni sul presupposto che il denaro utilizzato per acquistarli è provento o reimpiego dell'evasione fiscale a condizione che l'obbligazione tributaria venga estinta mediante adempimento nelle forme di legge.

Confindustria ribadisce la "profonda preoccupazione per il continuo ampliamento della sfera penale ai fatti economici". In particolare, gli industriali fanno riferimento all'emendamento che riscrive l'art. 39 del DL fiscale depositato ieri sera dal governo che "se da un lato affronta alcune delle criticità che avevamo evidenziato in audizione, dall'altro vanifica questi miglioramenti, estendendo ulteriormente l'ambito applicativo del decreto 231 ai reati tributari". "È un approccio iper repressivo, che moltiplica le sanzioni sulle stesse fattispecie. La confisca allargata resta comunque una anomalia, perché estende misure eccezionali pensate per la criminalità mafiosa a reati di natura completamente diversa e i correttivi apportati vengono completamente annullati dall'intervento in tema di responsabilità 231", sostiene l'associazione di viale dell'Astronomia. Che poi aggiunge: "Non è certamente questo proliferare di interventi penali, volti a criminalizzare il mondo dell'impresa, il modo corretto per combattere l'evasione e far crescere l'economia del Paese".

Commenti

cir

Dom, 01/12/2019 - 17:00

finalmente . era ora !!!

bernardo47

Dom, 01/12/2019 - 17:01

i milioni di lavoratori dipendenti e i milioni di pensionati, le tasse le pagano tutte mese su mese sulla busta paga o sullo statino.E non battono ciglio! e' ora di finirla con 132 miliardi di evasione rubati agli italiani ogni anno!

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Dom, 01/12/2019 - 17:05

allora verra' applicata ai rom,sinti,vu compra' che intasano ogni luogo,ogni incrocio,ogno semaforo,e nel autogrill?? c e lo aspettiamo che la legge sia uVale per tVtti

leopard73

Dom, 01/12/2019 - 17:05

D'ACCORDO ma le manette PURE hai POLITICI che sperperano e rubano i soldi pubblici!!!

maryforever

Dom, 01/12/2019 - 17:09

COME NEGLI STATI AVANZATI. GRAZIE.....

sbrigati

Dom, 01/12/2019 - 17:14

Reputo sia giusto che i grandi evasori vadano in carcere, ma non ci credo minimamente. Come sempre pagheranno solo i piccoli. A proposito quando metteranno in galera tutti i delinquenti che uccidono, stuprano, menomano e rubano?

flip

Dom, 01/12/2019 - 17:18

Di Maio.il buifalo ed ignorante all'ennesima potenza e relarivi idioti ed imbecilli collaboratori che si credono grandi esperti economisi, cercassero di capire la dinamuca dei movimewnti delle merci e delle regole fiscali invece di ragliare sulleloro idiote teorie di evasione fiscaleloro idiote teorie SULLLE LORO IDIOTE TEORIE DI NEVASIONE 'fISCALE' quando avrà capito come funziona il sistema DOVRà CHIEDERE SCUSA, INGINOCCHIO, AL POPOLO ITALIANO!

Robertin

Dom, 01/12/2019 - 17:19

il posto giusto dei ladri è la galera. previa confisca dei beni ovviamente.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 01/12/2019 - 17:28

Non sanno più a che santo votarsi,c'è il vuoto assoluto.

flip

Dom, 01/12/2019 - 17:32

SI MAIO & CO SONO NATI IMBECILLI. E QUINDI CON LE LORO ASTRATTE ED INSULSE TEORIE SULL'EVASIONE FIDSCALE DANNEGGIANO ANCORA DI PIU' LA GIA', SCARSA ECONOMIA ITALIANA. DI MAIO AU QUEST'ARGOMENTO SFIDO TE, IL CRE-TINO DI GENOVA ED I BAMBOCCI CHE COLLABOIRANO!! OPPURE CERCA DI CAPIRE MEGLIO COME FUUNZIONA IL SISTEMA! MA SARA' DURA!

fgerna

Dom, 01/12/2019 - 17:37

Il problema che l'agenzia delle entrate non è affidabile, rischiano di andare in galera persone che non hanno evaso e come al solito raccomandati che evadono la fanno franca. Approverei se fossimo un paese affidabile

01Claude45

Dom, 01/12/2019 - 17:43

Pagliacciata! Le norme già ci sono e non ne servono altre se non applicare le esistenti con serietà, tempestività, coerenza e proporzionalità. Mio caso: 0,43 € per errore d'arrotondamento, 14,.. € di sanzione! Sic! Quanto è costato "istruire ed inviare la pratica"? Lavoro "in perdita", rottura di scatole e successivo "incazzamento" nel constatare come la PA spreca i soldi delle tasse sudate degli ITALIANI.

flip

Dom, 01/12/2019 - 17:55

cir- non si può accettare sembre le bestiate che dicono i in particolare i nostri psceudo governanti! che sobno più imbecilli che belli! questi sparano cazza-te e tu le bevi??? l'evasione fiscale ci può anche essere ma non cosi stravolgente come fANNO CREDIRE IL PIT-LA DI MAIO E SOCI!

scorpione2

Dom, 01/12/2019 - 18:13

azzzzzzzzzz, lo avete nel dna la mania di truffare, da pensionato mi sono rotto i cxxxxxxi di leggere che si evadono 130 miliardi all'anno di tasse, mi auguro che effettivamente vada in porto questa iniziativa, GALERA + ESPROPRIO E RENDERE I PUBBLICI NOMI DEGLI EVASORI.E CHI NON E' D'ACCORDO SE LO VA' HA PRENDERE NEL CxxO.

fergo01

Dom, 01/12/2019 - 18:14

dedicato a tutti i fenomeni contenti del carcere per lo scontrino del caffè non emesso: la grande evasione (l'informazione la trovate in rete), oltre 100 miliardi, è a capo delle multinazionali, delle banche ed assicurazioni e dei colossi del web....la piantate di fare i manettari da 4 soldi?? cominciate con l'avere una banca o un'assicurazione presente solo in italia, evitate di comprare sul web attraverso i colossi che tutti conosciamo e comprate prodotti made in italy, almeno sarete coerenti e non contribuirete alla grossa evasione

Marcolux

Dom, 01/12/2019 - 18:32

Ma Confindustria non era a favore del Governo PD- 5 stalle? Vi ricordate quando il presidente sparava contro Salvini e la destra? Un pessimo presidente, sbagliatissimo per un'associazione di industriali, consderati dalla sinistra una massa di ladri. Ma di cosa vi lagnate adesso???

Marcolux

Dom, 01/12/2019 - 18:33

Tasse e manette per tutti! Evviva i comunisti!!!!

ilrompiballe

Dom, 01/12/2019 - 19:52

Tutto bene, anzi, benissimo, a patto che gli accertamenti siano veramente tali, che la Pubblica Amministrazione funzioni alla perfezione, paghi i fornitori nei termini dovuti, rimborsi i crediti sollecitamente, non ci obblighi a ricorrere ad un consulente ogni volta che dobbiamo fare una denuncia dei redditi o compilare un modulo.

ARGO92

Dom, 01/12/2019 - 20:08

le stesse regole dovrebbe essere applicate anche allo STATO LADRONE

Altoviti

Dom, 01/12/2019 - 20:10

Metterà il paese a terra! Il carico fiscale va riformato. Il carcere non farà che aumentare l'evasione, mettete la pena di morte tanto vale, alle imprese e ai cittadini: abbiamo visto quanti si sono suicidati da quando è arrivato Monti in poi a causa delle penali già insostenibili. Certo che farete figgire le aziende e l'imprendotorialità. Roba da Pazzi, inaudito in nessuna parte del mondo salvo nelle dittature comuniste come la Cina o L'URSS… Povera Italia piena di matti.

cir

Dom, 01/12/2019 - 20:37

flip Dom, 01/12/2019 - 17:55 : hai ragione . l 'evasione e' molto piu' alta.

magnum357

Dom, 01/12/2019 - 20:40

Norma perfetta ........... ma nessuno verrà più a investire in Italia !!!!!!!

bernardo47

Dom, 01/12/2019 - 20:44

gli evasori vanno stanati e colpiti. I milioni e milioni di lavoratori dipendenti e i milioni di pensionati, le tasse le pagano tutte e subito e sempre! TUTTI LE DEVONO PAGARE!BASTA RUBARE 132 MILIARDI ANNUI AGLI ITALIANI.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 01/12/2019 - 20:49

CON L'ASSURDA TASSAZIONE AL 65% ITALIANA, CENTINAIA DI PICCOLE IMPRESE CHIUDERANNO PER TASSE, ED I CONTRIBUENTI RIMASTI DOVRANNO PAGARE 18 ESI DI CASSA INTEGRAZIONE AI LAVORATORI CHE PERDERANNO IL LAVORO. PRIMA SI ABBASSANO LE TASSE E POI SI GIRANO LE MANETTE....... NON AL CONTRARIO CON LE CARTELLE PAZZE DEL FISCO CON L'ONERE DELLA PROVA A CARICO DEL CONTRIBUENTE PRESUNTO EVASORE. LA FINE DELLA FILIERA MANIFATTURIERA ITALIANA. UN REGALO ALLE MULTINAZIONALI

marcinco64

Dom, 01/12/2019 - 20:51

Sono una partita IVA e pago tutte le tasse ma faccio presente a tutti i giustizialisti che lo stato non mi paga ne malattia ne ferie come ai dipendenti. 25 anni in proprio mai concesso 1 gg di malattia. Se è così facile e remunerativo provateci massa di papponi capaci solo di prendere ordini e poi lamentarsi. Inoltre, invece di prendervela con chi lavora in proprio marciate contro la politica e quella parte della pubblica amm.ne che sperpera denaro pubblico in modo vergognoso.

FrancoM

Dom, 01/12/2019 - 21:03

Un imprenditore con trenta dipendenti evade e viene punito. Risultato? L'azienda chiude e trenta persone diventano disoccupati. Le tasse che versava spariscono.

Massimo Bernieri

Dom, 01/12/2019 - 21:13

Se qui si parla di sanzioni per chi evade,non vedo perché il conto deve essere"salato" per tutti quelli che sono in regola a meno che,tutte le imprese e partita IVA evadano sistematicamente e allora diamo per scontato che anche tutti i dipendenti fanno un secondo lavoro in nero

Ritratto di cape code

cape code

Dom, 01/12/2019 - 21:41

Bernardo47, quando non avranno raccolto nulla da quest'ennesima farsa e dovranno aumentare di nuovo le tasse inventandosi nuovi evasori, allora verranno a prelevare anche sulla tua pensione, lo capisci babbeo senza cervello??

GeoGio

Dom, 01/12/2019 - 22:31

Domani gli ispettori entreranno in quel salumificio dove avevano fatto due milioni di multa perche'con un metro di budello dovevano fatturare cento salsiccie, e il titolare stavolta non fara'ricorso per evitare le manette, ma chiude direttamente. Pero'gli ispettori il bonus di 200.000 euro fine anno lo prendono lo stesso

antonellielio

Dom, 01/12/2019 - 23:02

dal 2012 ho ricevuto 8 comunicazioni di irregolarità ( totale circa 1Kg di carta)a seguito dei controlli automatizzati dell' Agenzia delle Entrate sulle dichiarazioni unico ,persone fisiche ,irap ,iva per un totale di circa 2000 euro di sanzioni e interessi . il motivo? il controllo automatico non vede che si tratta di un ravvedimento operoso regolare o di un errore formale del codice tributo nell'F24 . es: nell'ultimo arrivato 10 giorni fa invece di 4033 nell'F24 ho scritto 4003. ogni volta 2 giorni della mia unica Vita spesi a chiarire che di nulla sono debitore.

jenablindata

Dom, 01/12/2019 - 23:20

@cir, bernardo47 robertin, scorpione2: ho appena sentito al telefono il mio amico imprenditore: (+2,5milioni di euro annui di fatturato) "io mi sono rotto: ho chiusa la partita iva, chiusa l'azienda, e mi sono trasferito in austria... adesso ho tasse pagate là, ptf clienti trasferito, competenze esportate, investimenti in italia ritirati e 14 dipendenti licenziati in italia perchè non hanno accettato il trasferimento. per me la situazione è migliorata parecchio... l'italia si arrangi" io sono il prossimo, mi sto già muovendo in questo senso. contenti voi, (e quelli come voi...) contenti tutti.

colian

Dom, 01/12/2019 - 23:21

Ai cosiddetti milioni di lavoratori dipendenti che ritengono di pagare le tasse al 100% mentre a loro dire gli autonomi non farebbero altrettanto voglio dire che: LE VOSTRE TASSE LE PAGA IL VOSTRO DATORE DI LAVORO, SE SIETE DIPENDENTI DI PRIVATI. Oggi un piccolo imprenditore, pagati gli stipendi, le tasse proprie e dei dipendenti, pagati i contributi, pagata l'iva, talvolta in alcuni mesi si ritrova SENZA UN PROPRIO REDDITO, oltre a non avere alcuna garanzia (indennità disoccupazione, ferie pagate, malattia pagata, cure termali, ecc. ecc.)

colian

Dom, 01/12/2019 - 23:29

Con le leggi ferraginose e le procedure complicatissime gli imprenditori possono facilmente incappare in errori (vero o presunti dall'agenzia delle entrate, dalla finanza, dall'inps, ecc.) del tutto involontari e in buona fede! Come è successo a me che mi vedo arrivare sanzioni varie per 30 mila euro perché ho utilizzato il "lavoro somministrato" di una cooperativa che avrebbe (loro non io) commesso frodi, la quale continua bellamente la sua attività di gestione di 4000 lavoratori in tutta Italia.

antonellielio

Dom, 01/12/2019 - 23:50

quanto costa la lotta all'evasione? nessuno lo dice.io spendo settimane ,mesi , forse anni della mia Vita a fare decine dichiarazioni fiscali compilare centinaia di F24 , tenermi aggiornato leggere e rileggere .

cgf

Dom, 01/12/2019 - 23:52

WOW e quando è il CAF della CGIL pensionati a sbagliare la dichiarazione chi va in galera? Siamo messi bene, per una omessa dichiarazione la galera, magari pane ed acqua, per CAUSARE LA MORTE DI PERSONE con lo spaccio, spaccare le ossa agl'agenti, distruggere beni di proprietà dello Stato, denuncia a piede libero. C'è qualcosa che quadra poco, parola di uno che ha pagato una seconda volta l'imposta all'agenzia delle entrate perché nella dichiarazione l'importo versato era nella casella a fianco. Ovvio che quanto pagato dopo è stato con interessi e multa, quanto versato in precedenza MAI avuto rimborso.

salmodiante

Lun, 02/12/2019 - 00:52

Legge sempre farabbutta perché agisce sulla presunzione e sulla sproporzione nell' ambito fiscale dove non esiste alcuna certezza. La previsione di una condanna penale comunque renderà molto più rigido il comportamento di un presunto evasore, che invece di concordare una multa, probabilmente andrà in giudizio con tempi lunghissimi, intasando i tribunali. Resta il capitolo di dover dimostrare l' origine dei beni, in quanto dopo decenni di dormiveglia fiscale saranno quelli della classe media a dover dimostrare, quasi impossibile, la provenienza dei beni, molto spesso dovuti solo a risparmi. I guadagni improvvisi ingiustificati sono altro argomento.

salmodiante

Lun, 02/12/2019 - 01:03

Sulla storiella dei 100 mld evasi ci credo sempre meno, probabilmente sono comprensivi di sanzioni. Resta il fatto che in Italia vi è il 50 % di redditi sotto i 26.000 euro che contribuiscono con 3% al gettito IRPEF e circa due milioni di persone che possono accedere al reddito di cittadinanza. Mi chiedo se le microevasioni possano fare cumulo con questa evasione o vengono scartate per opportunità di clientela (non uso la parola voto di scambio). Se il contributo previdenziale degli impiegati in aziende che evadono cessasse improvvisamente a causa dei licenziamenti cosa accadrebbe realmente? Non SI TOCCA MAI IL TASTO DI UNO STATO DISORGANIZZATO CHE ORMAI IMPONE TASSE SOLO PER SOSTENERE SE STESSO! Una finanziaria che si basa solo sulla supponenza della lotta all' evasione NASCONDE IL TRACOLLO DEL SISTEMA!

andri75

Lun, 02/12/2019 - 02:57

Le tasse a pensionati e lavoratori le pagano le imprese (tranne per gli statali) e quando tutte se ne saranno andate all'estero in UE (dove le tasse le pagano quasi tutti semplicemente perchè è semplice pagarle ed è giusto pagarle perchè sono molte meno e proporzionate ai servizi ricevuti) non ci sarà piu' lavoro e non ci saranno piu' pensioni. La penalizzazione dei reati pecuniari, ove manchi il presupposto della frode e della ripetizione, è un assurdo che esiste solo in Italia per fare in modo che paghino tutti quelli che non hanno le risorse per difendersi da un'amministrazione finanziaria incompetente e pressapochista. Pensate di ricevere una multa a casa : vi accorgete che la macchina non è la vostra, differente modello e colore, un errore. Però se non pagate la multa subito finite in carcere. Cosa fate? Poi solo dopo aver pagato potete far ricorso spendendo migliaia e migliaia di EUR, siete sicuri di volerlo fare? Meditate gente, meditate

Pigi

Lun, 02/12/2019 - 04:26

La "sproporzione" riguarda i beni ... in valore sproporzionato al proprio reddito... La soglia sarebbe centomila euro. E i gioielli di famiglia? L'antiquariato, la numismatica, la filatelia e le opere d'arte? Altro che centomila euro, questi beni possono essere venduti e ricavare somme molto superiori in tantissimi casi, somme venute apparentemente dal nulla. Si tratta di terrorismo fiscale di massa. E tutto per pagare stipendioni e relative pensioni ai parassitari alti burocrati.

mcm3

Lun, 02/12/2019 - 05:48

E' sempre poco, chi evade deve essere punito e basta, da noi solo i lavoratori dipendenti pagano TUTTE le tasse senza poter dire nulla

mau55

Lun, 02/12/2019 - 06:18

Lo sapete che anche l evasione fiscale produce profitti per lo stato? Questi soldi vanno in circolo dove vengono pagati dei servizi e relativa IVA?

il veniero

Lun, 02/12/2019 - 08:15

schaivi di Roma ...ormai nei fatti . Questi provvedimenti ANDREBBERO BENE se non fossimo la nazione + corrotta in Europa e con il peggiore sistema di accertamento , dispotico , ipernormato , ottuso . Ma al popolino va bene ...

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 02/12/2019 - 08:29

CON LA TASSAZIONE AL 65% CHIUDERANNO MIGLIAIA DI ARTIGIANI E PICCOLE IMPRESE, TANTI DISOCCUPATI CHE RICEVERANNO PER 18 MESI SOLDI DALLO STATO ED UN BEL REGALO ALLE MULTINAZIONALI E GRANDE DISTRIBUZIONE CHE PAGANO MAX IL 15% DI TASSE. PRIMA SI DIMINUISCONO LE TASSE E POI SI MANDA IL GALERA, INOLTRE IL FISCO HA L'ONERE DELLA PROVA E NON IL CONTRARIO COME AVVIENE IN ITALIA: TUTTI EVASORI FINO A PROVA CONTRARIA. LA MAGGIOR PARTE SONO COSTRETTI AD EVADERE PER NON CHIUDERE O LICENZIARE

cir

Lun, 02/12/2019 - 11:26

jenablindata Dom, 01/12/2019 - 23:20 . il tuo ragionamento non sta in piedi, andava bene solo per la pastorizia nomade nei tempi dei Sumeri.

Massimo Bernieri

Lun, 02/12/2019 - 11:32

Se uno fa la dichiarazione al CAF o commercialista comunicando i dati esatti,nel caso di errore ne risponderà CAF o commercialista poi credo si parli di grandi importi evasi.Se uno si dimentica di dichiarare il reddito di una seconda casa che ha affittato dopo molto tempo che era sfitta,non credo finisca in prigione.Avrà una sanzione magari più elevata di oggi.Poi se leggo dei sondaggi centro destra ogni giorno più elevati,ci penseranno loro a cambiare le leggi fatte da questi non appena al governo.Poi è impossibile controllare tutti i contribuenti.Faranno un sorteggio secondo i dati in loro possesso.

flip

Lun, 02/12/2019 - 11:45

cir. la tua ironia non ha senso! c'è, da parte del governanti attuali, una profonda voragine di preparazione e conoscenza sull'attuale sistema fiscale che consente, ma anche obbliga, una corretta e regolare tenuta delle registrazioni contabili. Certo non sempre le leggi sono perfette ma bisogna applicarle ugulalmente anche se sono assurde! Non sò che lavoro fai e se conosci ed applichi le leggi fiscali che spesso sono contro la logica-.

cir

Lun, 02/12/2019 - 12:04

colian Dom, 01/12/2019 - 23:21 : le ricordo che i dipendenti hanno queste cose pagate direttamente da loro , con il denaro da loro guadagnato che si chiama salario differito . il costo orario viaggia sui 30 euro all' ora per prestazioni semplici, costo che viene fatturato dall imprenditore a chi ha richiesto la prestazione, ma il dipendente ne riceve circa 9 /10 al massimo in busta.Come vede e coma sa benissimo e' il datore di lavoro che paga quanto elencato come " sostituto di imposta, ma con il denaro guadagnato dal dipendente, e non rompete piu' le palle con queste considerazioni del cavolo.

cir

Lun, 02/12/2019 - 12:18

flip Lun, 02/12/2019 - 11:45 : il problema non sta tanto nelle tasse che non piacciono ma nel liberismo quello tanto invocato dal berlu nel quale si permette che in Italia ( europa ) arrivino aziende commerciali , ( a produrre ormai e' solo piu' appannaggio del terzo mondo )quindi a vendere prodotti che arrivano dalla luna , ma che pagano le tasse nei paradisi fiscali dove hanno la sede sociale e finanziaria. Sono queste le battaglie da fare. Poi le tasse in italia vanno pagate dal 2% fino al 90% .Una ditta che ha 100 dipendenti e guadagna 2 milioni di euro come imponibile da tassare , per me e' ben diversa la sua funzione sociale che un Fazio qualsiasi che guadagna 7 milioni netti all anno .Se il primo chiude ci rimette il popolo , se Fazio che ha neanche un dipendente finisce come la capra " sotto la panca " nessuno se ne accorge.Segue......

cir

Lun, 02/12/2019 - 12:25

flip Lun, 02/12/2019 - 11:45 : capisci dove sta l' ingiustizia che viene paventata come meritocrazia? Ci sono cose essenziali per la felicita' dei popoli , e vengono disattese , mentre si premiano le cose superflue propinate come il mondo che avanza..Ma lo sai che Ronaldo e banda viene pagato dalla pubblicita' dei prodotti dietro i cartelloni e allo stadio, dalle scarpe Aidas a qualsiasi cosa con i soldi nostri ? Merita piu' lui o un dentista ? ( tanto per dirne uno ) Saluti.

flip

Lun, 02/12/2019 - 16:29

cir. arriva alla conclusione del tuo lungo discorso.io ti ho detto e spiegato della scarsa preparazione (sopratutto fiscale) di certi nostri pseugo governanti che ragliano solo di 'evasione fiscale' senza conoscere il meccanismo delle leggi i da loro stessi emanate.

cir

Lun, 02/12/2019 - 17:03

flip Lun, 02/12/2019 - 16:29 : accidenti... ce ne ho messo a capire cosa intendevi dire , su quello sono d' accordo..

flip

Lun, 02/12/2019 - 17:05

DI Maio. Prima di ragliare alla luna sull' evasione fiscalw, la conosci e lo sai come funziona la legge fiscale (in particolare sull' IVA) e le necessità del mercato. Di Maio, Non ssa neanche quanti denti ha in bocca e raglia di evasione fiscale???? che non nego che non ci sia, ma non cosi erclatante come dichiara. lo sài almeno dove e come leggere i numeri?. DI MAIO I NUMERI PARLANO, QUALCHE VOLTA URLANO. BISOGNA PERO'SAPERLI ASCOLTARE! Cambia i cialtroni analfabeti che ti soffiano nelle orecchie e ti imboccano le stupidaggini. puoi dimostrare quanta 'evasione' c'è e come lo deduci? altrimenti posso dire che sei un'incompetente. ma lo devo dimostrare!

jenablindata

Lun, 02/12/2019 - 21:37

@cir Lun, 02/12/2019 - 11:26: non è un ragionamento... è una constatazione. il mio amico se n'è già andato.. e come lui decine di migliaia d'altri. o credi che se ne vadano dall'italia solo i giovani neolaureati? e io come ho detto, sto facendo lo stesso. sono italiano... e ne sono sempre stato orgoglioso, ma non sopporto più il mio paese: SEGUE

jenablindata

Lun, 02/12/2019 - 21:37

PROSEGUE____________________ sono mortalmente stanco,di combattere tutti i giorni contro uno stato che è ostile all'impresa, stanco della burocrazia, dei mille obblighi fiscali delle migliaia di adempimenti, delle immense pastoie che ci impediscono di muoverci,di fare impresa,di respirare. stanco del menefreghismo dello stato verso i problemi che ci causa, stanco di sentirmi dare del ladro da parte di gente che fa il mantenuto dallo stato,dal sindacato o da mammà e stanco di lavorare anche 80h a settimana.. ed essere oggetto di invidia sociale da parte di gente che non fa un belino da mane a sera,poi si guarda in tasca e punta il dito contro tutti quelli come me,come se ne avessimo colpa noi della loro incapacità e scarsa voglia di darsi da fare.

jenablindata

Lun, 02/12/2019 - 21:50

PROSEGUE bis_______________ e gia che ci siamo, anche la cigliegina sulla torta di letame: stanco dell'imbecillità dello stato,che sembra farlo apposta a rendere la vita sempre più difficile: per il reddito di cittadinanza, ho perso un dipendente valido,perchè gli ho presentato il contratto a tempo indeterminato da firmare... ma ha preferito tornare giù in meridione con il termine del contratto a tempo determinato. perchè? semplice... da me prendeva molto bene,ma aveva casa di proprietà al paese: perchè doveva lavorare qui, se con il reddito di cittadinanza poteva mantenersi senza fare niente... a casa sua? SEGUE ANCORA

jenablindata

Lun, 02/12/2019 - 21:50

TERMINA______________________ qui doveva pagarsi un affitto,farsi da mangiare e arrangiarsi, mentre a casa provvede mammina.. ha tutti i suoi amici,e nessun impegno. e con i soldi del reddito di cittadinanza ci vive... perchè dovrebbe lavorare? molto meglio fare il mantenuto,no? mantenuto dallo stesso stato che adesso si sta ingegnando per spremerci ancora di più,pur di portare soldi a lui e ad altri fannulloni come lui. no.. auguri a chi rimane,ma io non ho più intenzione di fare il limone.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 03/12/2019 - 13:46

me se non mettono neppure gli assassini e stupratori in carcere..