Acquisti possibili a 14.600Analisi tecnica

Borse europee in rosso dopo il discorso del presidente della Bce, Mario Draghi, che conferma la ripresa nella seconda parte del 2013 evidenziando tuttavia i rischi di una prosecuzione della crisi. Altri uffici studi sono più propensi a indicare la seconda metà del 2014 come probabile data di avvio del ciclo economico espansivo. La Borsa Usa paga la delusione per il basso numero di nuovi posti di lavoro nel settore privato, sebbene nel complesso il mercato dell'occupazione dia segnali di tenuta.
Settimana negativa anche per la Borsa italiana e per il Ftse-Mib Future Giugno che chiude a 14.930 con un minimo a 14.755 e un massimo a 15.270. Gli indicatori non danno segnali d'inversione verso l'alto, ma la tenuta della zona 14.600 sembra poter essere una buona base di acquisto e il superamento di quota 15.270 dovrebbe dare poi la successiva conferma con un movimento direzionale verso 16.050 e, nel medio periodo, 16.600-17.000.