Active Network punta sulla banda larga

Più servizi in fibra per le aziende. L'ad Paolo Fusi: "Offerte su misura"

Active Network, nata nel 1999, si occupa di fornire soluzioni di connettività e telefonia sia all'utenza business sia a quella residenziale. La società è partita dunque dagli albori del mercato internet in dial-up per arrivare alla banda ultralarga con servizi dedicati per clienti business e consumer dei giorni nostri. Senza contare quelli a valore aggiunto: dal cloud al backup dei dati fino alla terminazione di numeri speciali tipo 800 o 199. Tra le offerte più interessanti la connettività alle aziende in fibra fino a 1 giga a 18,50 euro al mese Iva esclusa. Un lavoro lungo e costante che, negli anni, ha permesso all'azienda milanese che fattura circa 20 milioni all'anno con una cinquantina di dipendenti, di fidelizzare un numero crescente di clienti: grandi aziende, carrier nazionali, Isp macroregionali e locali.

«I nostri servizi ha spiegato Paolo Fusi, amministratore delegato dell'azienda - sono pensati per essere perfettamente customizzabili così da rispondere in modo preciso alle esigenze di ogni singolo cliente, soprattutto nel caso delle aziende, che hanno necessità molto diversificate e quindi di soluzioni il più possibile sicure, efficaci e caratterizzate da un elevato livello di efficienza».

Il tutto anche grazie a una struttura di rete innovativa e in continua evoluzione. La società può contare su rete e data center proprietari nonché di una «server farm» strutturata in modo da minimizzare i rischi in termini di continuità elettrica, climatizzazione e sicurezza. «La nostra logica operativa è improntata a garantire ai clienti un'assistenza capillare e tempestiva aggiunge Fusi- che si realizza anche in una collaborazione stretta con la nostra rete di partner presente sul territorio. Inoltre, avendo implementato la tecnologia di network in tempi relativamente recenti possiamo avvalerci di un'infrastruttura decisamente innovativa rispetto agli standard di mercato e siamo dunque pronti alle nuove sfide della rete a banda ultralarga». Da sottolineare che Active Network è una azienda completamente made in Italy che non ha ceduto al fascino della delocalizzazione dei servizi mantenendo dunque tutte le sue strutture e relativi dipendenti nel nostro Paese.

MC

Commenti

marygio

Mer, 05/04/2017 - 09:33

interessante...ma chi sono questi?...ahhhh...cos'è pubblicità occulta?