Gli Agnelli interessati a quota dell'Economist

L’editore Pearson ha affermato di essere in trattative per cedere la propria quota, pari al 50%, dell’Economist

Grandi movimenti nel mondo dell'editoria. Dopo il Financial Times acquistato da Nikkei, adesso toccca all’Economist. L’editore Pearson infatti ha affermato di essere in trattative per cedere la propria quota, pari al 50%, dell’Economist.
Secondo alcune fonti ci sarebbero trattative con gli altri azionisti del giornale di cui fanno parte le famiglie Schroder, Cadbury, Rothschild e Agnelli. Sempre secondo le stesse fonti l’intesa non sarebbe imminente ma dovrebbe concludersi entro l’estate.

Exor da parte sua conferma conferma di aver in atto negoziazioni con The Economist Group i suoi Trustees e Pearson in merito alla possibilità di aumentare il proprio investimento nel gruppo. Nel caso in cui si procedesse con l’incremento dell’investimento, esso rappresenterebbe in ogni caso una partecipazione di minoranza nell’Economist (a cui Exor assicura il proprio sostegno di investitore dal 2009), a conferma del forte impegno di Exor nel garantire l’indipendenza editoriale che sta alla base dei valori e del successo dell’Economist.

Commenti
Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 25/07/2015 - 19:51

Resta tutto in famiglia... Rothschild-Elkann...

Ritratto di luigin54

luigin54

Dom, 26/07/2015 - 06:43

INTERESSATI SOLO AI SOLDI MAI INTERESSATI AD AUMENTARE STIPENDIO DEI VS DIPENDENTI VERO? LURIDI PERSONAGGI.

Ritratto di filatelico

filatelico

Dom, 26/07/2015 - 07:04

Quando vedo la faccia di bronzo di Elkann capisco che c'è profumo di fregatura e quindi ne sto alla larga !!!

Ritratto di blackeagle

blackeagle

Dom, 26/07/2015 - 08:24

Adesso si che effettivamente c'è il rischio di vedere piemontesizzata l'europa!