Alitalia Chiesto il rinvio a giudizio per Baldassarre

Il presidente emerito della Corte Costituzionale Antonio Baldassarre rischia di finire sotto processo a Roma con l’accusa di aggiotaggio per aver diffuso, nel 2007, informazioni false e fuorvianti nella fase di privatizzazione di Alitalia. La Procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio di Baldassarre, nella sua veste di rappresentante di una cordata che aveva presentato una proposta di acquisto della compagnia di bandiera. Baldassarre presentò un’offerta di acquisto evidenziando la disponibilità di fondo di 500 milioni di euro. I magistrati hanno invece sollecitato l’archiviazione degli atti per Giancarlo Elia Valori, già presidente, tra l’altro, degli industriali del Lazio. L’offerta della cordata Baldassarre condizionò, in particolare, le trattative per la cessione di Alitalia ad Air France e determinò, per gli inquirenti, una turbativa del mercato. Baldassare rivendita invece la correttezza del proprio operato e le falsità presenti nei documenti presentati.