Alitalia, Lufthansa detta le condizioni: "Servono tagli significativi"

La compagnia tedesca Lufhansa scrive a Carlo Calenda: "Pronti a rilevare Alitalia. Ma solo dopo tagli significativi: flotta più piccola e meno personale"

Lufthansa è pronta a rilevare Alitalia. Ma alle sue condizioni.

Lo ha rivelato oggi il ceo della compagnia tedesca, Carsten Spohr, che ha scritto una lettera al ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, per chiedere "tagli significativi" e un profonda ristrutturazione.

Come confermano alcune fonti all'agenzia Adnkronos, Lufthansa chiede che tale ristrutturazione avvenga prima della cessione e sia a carico dell'amministrazione straordinaria. "Pur riconoscendo le preziose misure che sono state intraprese fino a oggi sotto la guida dei commissari crediamo fermamente che ci sia ancora molto lavoro da fare prima che Lufthansa sia nella posizione di entrare completamente nella prossima fase del processo", ha scritto Spohr - come riporta La Stampa -, chiedendo che la "NewAlitalia" sia più piccola sia in termini di personale che di flotta.

Commenti

Klotz1960

Gio, 11/01/2018 - 17:28

Che la comprino i francesi o i tedeschi, sempre di colonizzazione si tratta.

margia27

Gio, 11/01/2018 - 17:48

Perché veramente pensavate che l’avrebberO strapagata per poi tenersi tutti i viziati? Dovevamo fare come Swissair a suo tempo.

Ritratto di navigatore

navigatore

Gio, 11/01/2018 - 17:50

Grazie a prodi e cricca cattocomunista la grande ALITALIA e ridotta come molti anni fa´la piccola ma seria, importante , e proffesionale compagnia aerea nazionale ATI, che purtoppo e´stata distrutta da questi personaggi, ed ora a braghe calate aspettiamo il futuro?????

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Gio, 11/01/2018 - 18:46

Ricordate che l'AirFrance l'avrebbe "comperata" così com'era, con annessi e connessi, facendo un bel regalo all'Italia che più non si poteva ... che bravi quei francesi e noi no, caparbiamente abbiamo rifiutato il regalo ... tutta colpa del berlusca cattivo cattivo. Così ora dovremmo ulteriormente snellire e modernizzare la compagnia nella speranza che qualcuno se la prenda sul gobbo .... Ma perchè renzi non chiama e convince il suo "amico" Macron affinchè si adoperi a far rinnovare gli intenti di acquisto della compagnia da parte di AirFrance? Così com'è, ovviamente, ancorchè di molto ridimensionata rispetto ad allora....

Anonimo (non verificato)

pardinant

Gio, 11/01/2018 - 20:55

Mi sa che la "nostra" alitalia sia come la bella camilla "tutti la vogliono .... e nessuno la piglia". Rassegnamoci a mantenerla in eterno per ora sono solo otto o forse nove miliarducci di euro.

Ritratto di I1-SWL527

I1-SWL527

Gio, 11/01/2018 - 20:56

non bastano dieci Italie per fottere una Germania..

Ritratto di I1-SWL527

I1-SWL527

Gio, 11/01/2018 - 20:59

non bastano 10 Italie per fottere una Germania

sfn65

Gio, 11/01/2018 - 21:41

Con Spohr sono .....azzi!!!!! Avesse il personale a suo tempo accettato una riduzione dello stipendio e tagli in generale forse oggi non sarebbero a questo punto!

Ritratto di venividi

venividi

Ven, 12/01/2018 - 02:09

Avesse l'Alitalia fatto quella profonda ristrutturazione richiesta da Lufthansa, non avrebbe avuto bisogno di essere venduta. A metà degli anni sessanta erano iniziate le assunzioni degli amici degli amici che sono riusciti a far sprofrondare una compagnia aerea nuova e dinamica poi mantenuta in vita con le tasse degli italiani.

rokko

Ven, 12/01/2018 - 14:45

navigatore, grazie a "Prodi e cattocomunisti", eh ? bah, la memoria è veramente corta.

Ritratto di I1-SWL527

I1-SWL527

Sab, 13/01/2018 - 09:58

i tedeschi vi insegnano a lavorare..vabbè consolatevi voi avete un PD...