Alitalia al ministero per i tagli

Oggi il primo round governo-sindacati. Il peso dello sciopero

Mentre i vertici di Alitalia continuano a intrattenere fitti incontri con gli azionisti per poter varare in via definitiva il piano industriale, oggi al ministero dello Sviluppo economico si terrà un incontro dei ministri Carlo Calenda e Graziano Delrio (Trasporti) con i sindacati. Il tema non sarà ufficialmente Alitalia ma l'intero settore del trasporto aereo italiano e lo stato del fondo di solidarietà per il settore, strumento essenziale nel momento in cui saranno stabiliti numeri e modalità dei tagli nell'ex compagnia di bandiera. I vertici dell'azienda, dieci giorni fa, sono stati rinviati dai due ministri, i quali hanno chiesto di vedere un piano industriale dettagliato e credibile, e non soltanto le linee presentate dall'ad Cramer Ball. L'incontro di oggi non è ufficialmente su Alitalia perché i sindacati, prima di affrontare il tema con il governo, intendono conoscere il piano industriale e sapere con certezza le misure ipotizzate per il personale. Va ricordato che per il 20 gennaio è stato indetto uno sciopero di 4 ore di tutto il trasporto aereo, giudicato legittimo dall'autorità di garanzia.

Una riunione del cda è stata convocata per lunedì 23. Sarà deciso il nome dell'advisor che affiancherà l'ad per offrire maggiore credibilità al piano industriale da presentare alle parti (innanzitutto, le banche) In lizza Bolton Consulting, Deloitte, EY, Roland Berger, alcuni già in passato consulenti della compagnia.

Commenti

giovinap

Lun, 16/01/2017 - 09:34

licenziate tutti e chiudetela !

dadorso

Lun, 16/01/2017 - 10:17

Oramai con Alitalia è diventata una vergogna senza fine, con la scusa da anni della compagnia di bandiera e dei licenziamenti c'è dietro una speculazione senza fine dove a pagare sono solo i cittadini

cgf

Lun, 16/01/2017 - 20:35

dovrebbero pagare stipendi nella media europea, ecco fatti i tagli