Alitalia: Ryanair rilancia e vuole il lungo raggio

"Vedo un futuro molto positivo per le rotte a lungo raggio di Alitalia", ha dichiarato l'amministratore delegato di Ryanair, Michael O'Leary

Ryanair "presenterà un'offerta vincolante" per l'acquisto di Alitalia sull'asset a lungo raggio. Lo ha riferito l'amministratore delegato della compagnia low cost Michael O'Leary nel corso di una conferenza stampa all'aeroporto di Bologna."Abbiamo inviato la manifestazione di interesse - ha proseguito O'Leary - parteciperemo alla protesta vincolante che scade tra meno di un mese".

Se all'inizio l'interesse di Ryanair riguardava solo la flotta, il personale di bordo e i piloti, ora i piani dell'ad irlandese si fanno più seri. "Dovessimo lavorare con Alitalia ci sarebbero nuove assunzioni e una crescita della compagnia. Vedo un futuro molto positivo per le rotte a lungo raggio - ha spiegato -. Se entrasse nel perimetro di Ryanair continuerebbe ad essere una compagnia diversa dalla nostra, anzi sarebbe addirittura concorrente sul territorio italiano". "Il nostro focus è sui voli intercontinentali, che hanno un grande potenziale".

Nel caso dell'acquisizione l'ad ha poi affermato: "Non vogliamo trasformare Alitalia in una compagnia a basso costo sussidiaria di Ryanair". Rimarrebbe quindi la concorrenza tra le due compagnie aree. "Il problema di Alitalia è che in questi anni il management si è focalizzato sulla tratta Milano-Roma, ma ci sono tante altre rotte dove Alitalia può crescere senza entrare in conflitto con Ryanair e senza trasformarsi a sua volta in low cost. Vogliamo acquisire Alitalia per renderla vincente", ha concluso O'Leary.

Commenti

qwewqww

Mer, 06/09/2017 - 14:08

O'Leary porta i tuoi aerei a Linate e manda via la disgrazia romana. Sea, gestore degli aeroporti di Milano, e il Comune di Milano devono ribellarsi a chi gli tiene le mani legate, i romani e i veneziani, poichè l'aeroporto di bergxmo, orio, e quello di venezia, le stanno portando via tanti passeggeri, a causa di Alittalia sottodimensionata a Linate. Poi va tolto il limite di slot di Linate, 18 mov. orari, roba da unione sovietica, nessun aeroporto al mondo ha limiti del genere, neanche il London City airport che è dentro la città e gli aerei decollano con i grattacieli di fronte. Il limite è stato imposto furbescamente dalla società romano-veneziana che possiede gli aeroporti di roma e venezia per danneggiare il traffico di Milano e direzionare i passeggeri ai suoi aeroporti e a orio usando l'autostrada che la stessa società possiede e con i cui pedaggi si paga l'ammodernamento dei suoi aeroporti.

cgf

Mer, 06/09/2017 - 14:28

@qwewqww continuo a ripeterlo, lei di trasporto... guardi a per operare su Linate serve PAGARE e O'Leary invece è lui che vuole essere pagato. Togliere il limite degli slots? si vede che lei non solo non abita dalle parti di Segrate, ma non c'è mai stato per un tempo superiore alle 4 ore.

qwewqww

Mer, 06/09/2017 - 19:20

@cfg si infatti si vede come paga alittalia a Linate... se non lo sapesse alittalia è in amministrazione controllata, ha appena ricevuto un finanziamento dei contribuenti del nord Italia a fondo perduto di 600 milioni di euro, e oltre a non pagare i fornitori, non paga nemmeno a Sea i servizi che questa le offre, quindi un danno anche per il Comune di Milano che da questa riceve i dividendi... Poi Ryanair sta entrando in tutti gli aeroporti principali, compreso Frankfurt hub di Lufthansa. Per quanto riguarda gli slots la situazione ambientale di Linate è molto ma molto meglio di quella di Bergamo, e inoltre tutti i nuovi aerei hanno motori molto ma molto più silenziosi del passato.

cgf

Gio, 07/09/2017 - 18:37

@qwewqww [segue] Ryanair ha appena firmato un contratto di sei milioni all'anno con l'apt di Trapani, la SEA, Linate in particolare, non ha bisogno di quei contratti. Lei farebbe mai delle "promozioni" su prodotti che si vendono da soli? Anche i biglietti si vendono da soli a LIN, CDG, FRA, AMS, etc etc perché pagare? ASSURDO

qwewqww

Ven, 08/09/2017 - 10:21

@cgf tra le righe si è risposto da solo... SEA non finanzierà le rotte di Ryanair a Linate, perchè come ha detto giustamente lei, quelle rotte si vendono da sole. Ci guadagna Sea e ci guadagna Ryanair. Poi Linate è perfetto come aeroporto per Ryanair con un enorme piazzale con molte piazzole di sosta per gli aerei che non necessitano di trattorino per la movimentazione con bassi tempi di turn around. Tra l'altro il traffico di Linate crescerebbe subito (con anche maggiori guadagni per Sea da negozi, parcheggi e ristorazione) sostituendo i piccoli e micragnosi aerei embraer che Alittalia usa a Linate (per occupare slot e non far crescere il traffico dell'aeroproto) con i ben più capienti 737 di Ryanair.