All'asta i gioielli di Mariella Burani

Prima è toccato agli abiti, agli accessori e ai vestiti da sposa che con il marchio Mariella Burani hanno calcato le passerelle (oltre 21mila capi finiti all'asta con un ribasso del 96%). Poi è arrivato il turno di spolette, specchi, manichini, fino alle grucce e ai bottoni svenduti a un euro. E adesso, per la maison di Cavriago - fallita nel 2010 - è arrivato il momento dei «gioielli» di famiglia: i preziosi modelli, l'archivio storico dei bozzetti e il materiale pubblicitario di varie stagioni, compresa la celebre «Donna in bicicletta» del fotografo tedesco Lindbergh, icona del marchio. La maxi-svendita (base d'asta: 750 mila euro) è l'ultima tappa dell'operazione di dismissione messa in atto dai curatori fallimentari per coprire i debiti accumulati dai responsabili del crac: Walter Burani e il figlio Giovanni, ai domiciliari per bancarotta.