Spread, l'ad di Intesa San Paolo: "In Italia nessuno scenario apocalittico"

Il Ceo di Intesa San Paolo, Carlo Messina, zittisce il "partito dello spread": "Non esistono scenari da Armageddon". E annuncia utili netti oltre i tre miliardi di euro per i primi nove mesi del 2018

Carlo Messina, ad di Intesa Sanpaolo

“Non esistono scenari da Armageddon. Se si vuole vedere la fine del mondo, allora andiamo al cinema”. Parola del Ceo di Intesa San Paolo, Carlo Messina. L’amministratore delegato del primo istituto di credito italiano mette a tacere il “partito dello spread” presentando conti in crescita e utili netti oltre i tre miliardi di euro per i primi nove mesi del 2018. Quasi un miliardo in più rispetto allo stesso periodo del 2017.

Le cifre presentate agli analisti, quindi, descrivono tutto fuorché un istituto in crisi: esposizione ai Btp italiani stabile e 44 miliardi di nuovo credito concesso negli ultimi nove mesi. Smentiti, insomma, almeno per ora, i timori sulle banche italiane. E a farlo è il numero uno di Intesa San Paolo, che mette fine ad un dibattito, quello sullo spread e sui rischi connessi alle politiche del governo, che non terrebbe conto dei numeri e dei fondamentali.

Il banchiere che aveva, seppur pacatamente, dato il suo plauso a provvedimenti come il reddito di cittadinanza, qualche mese fa, come ricorda La Verità, aveva annunciato che la politica sui titoli di Stato di Intesa San Paolo non sarebbe cambiata neppure “di fronte ad impennate dello spread”. Ieri Messina ha ribadito questo concetto sfatando i “dogmi economici” che costituiscono una delle principali armi dell’opposizione contro il governo gialloverde.

Nessuno “scenario apocalittico” alle porte, insomma. Secondo l’amministratore delegato di Intesa San Paolo nel 2019 il Pil crescerà “non meno dell’1%”. E, riporta il Sole 24 Ore, anche nel caso di una crescita tra lo 0,5 e l’1, non ci sarebbe “alcun impatto sul costo del rischio”. Le banche, insomma, dormono sonni tranquilli. E chi pensava di trovarsi davanti “ad un film di fantascienza” nei prossimi mesi, potrebbe rimanere deluso.

Commenti

Zizzigo

Mer, 07/11/2018 - 12:31

Purtroppo lo spread è il risultato degli inconsulti svolazzi alla varie brezze e chiacchiere di corridoio di alcune carte veline, che giuocano inconsapevoli con la finanza.

ceo50

Mer, 07/11/2018 - 14:07

Lo spread è il regalo delle stupidaggini che Salvini e Di Maio dicono ogni volta che aprono bocca. Basta vedere quanti alleati hanno trovato in Europa, nessuno dei vari populisti li sta spalleggiando. Finchè si parla di migranti tutti d'accordo a non volerli ma quando si tratta di soldi, solo l'Italia è d'accordo a fare debito da aggiungere ad un debito enorme. Chi lo pagherà, i tanto vituperati burocrati? No, lo pagheremo noi

Ritratto di giuliano lodola

giuliano lodola

Mer, 07/11/2018 - 14:46

Quando si fanno confronti si dovrebbe avere almeno la sicurezza che nel paragone uno dei due sia la certezza assoluta e poi vedere l'altro quanto vale al confronto, ma qua parliamo di paragonarci alla germania che potrebbe essere un falso totale, iniziamo a fare le pulci ai conti tedeschi e vediamo se è tutto oro quello che luccica. Sicuramente arriveremo al risultato che l'Italia è messa meglio della germania.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 08/11/2018 - 09:11

grande Messina.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 08/11/2018 - 09:11

EAD BTP BUND, COS'E' E COME SI CALCOLA spread btp bundLo spread è la differenza tra il tasso di rendimento di un Btp e di un Bund su una scadenza di 10 anni. In altri termini è il differenziale tra il rendimento del titolo decennale italiano e quello tedesco. Perché si prende come riferimento, o benchmark, il titolo tedesco? Perché nell'area dell'euro l'economia tedesca è la più forte e quella che oggettivamente sta meglio. E visto che il rendimento esprime - lo dicono le leggi della finanza! - anche il rischio di un emittente (se infatti l'emittente è più rischioso il mercato chiederà da lui dei rendimenti maggiori) confrontarsi con il soggetto più virtuoso (la Germania) è una misura di come i mercati percepiscono la rischiosità di un determinato Stato (in questo caso l'Italia)...

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 10/11/2018 - 13:50

nella tua banca ok.