Apple, scuse alla Cina Usa, no al brand iPad mini Giù a Wall Street

Apple ha chiuso in calo a Wall Street, dove le quotazioni hanno perso il 3,11% a 428,91 dollari. Il calo arriva nel giorno delle scuse dell'ad, Tim Cook (nella foto), alla Cina. E delle indiscrezioni su una vendita del 10% della società da parte di uno dei suoi maggiori azionisti, Fidelity Contrafund.
Cook, in una lettera pubblicata sul sito cinese di Cupertino, chiede scusa e assicura che Apple rivedrà le proprie politiche di servizio e assistenza clienti. La missiva fa seguito a due settimane di duri attacchi nei confronti di Apple in Cina, e punta a mettere fine alla pubblicità negativa che ne deriva in quello che è il secondo mercato di Apple dopo gli Usa.
Apple incassa una parziale sconfitta anche dall'ufficio brevetti Usa che ha rifiutato la registrazione del marchio «mini iPad». Un no arrivato alla fine di gennaio e reso pubblico ieri.