Arriva il cervellone dell'Inps ​che smaschera gli assenteisti

Dal primo settembre un algoritmo segnalerà tutte le assenze "sospette". Cambiano anche gli orari per le visite fiscali degli statali

Assenteisti d'Italia, attenti: ora a incastrarvi sarà un computer. Dal primo settembre, infatti, scatta il giro di vite sulla piaga che colpisce soprattutto la pubblica amminstrazione.

Come racconta il Messaggero, con il nuovo polo unico delle visite fiscali, infatti, entrerà in funzione anche il cervellone dell'Inps che attraverso un algoritmo elaborerà i dati dei lavoratori, accendendo i riflettori su quelli che si assentano troppo spesso per malattia. D'ora in poi, quindi le visite fiscali potranno scattare anche d'ufficio - mentre finora era il datore di lavoro a dover richiedere il controllo -. L'obiettivo è quello di colpire gli assenteisti seriali e quelli che - guarda caso - si ammalano sempre a ridosso del weekend o delle festività.

Cambiano anche gli orari in cui il medico può accertare la malattia: gli statali dovranno essere reperibili dalle 9 alle 13 la mattina e dalle 15 alle 18 il pomeriggio, mentre per i lavoratori privati gli orari restano invariati (10-12 e 17-19).

Commenti

paolo b

Mar, 29/08/2017 - 11:57

non credo sia troppo difficile contrastare l'assenteismo, se scoperti licenziamento in tronco senza se e senza ma, e poi verificare anche i certificati emessi dal medico , se ritenuti falsi da una commissione medica che visiterà a spot i malati anche i medici verranno radiati e privati della possibilità di esercitare la professione. sono convinto che nel giro di poche settimane il fenomeno ,dopo qualche licenziamento scomparirà.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 29/08/2017 - 12:17

Altri soldi inutili spesi. Purtroppo non cambierà nulla.

cgf

Mar, 29/08/2017 - 12:20

e per fare ciò hanno aspettato la seconda metà del 2017? Io sarei stato zitto...

gneo58

Mar, 29/08/2017 - 12:28

fumo negli occhi - sanno benissimo chi sono e non puniscono mai come si deve nessuno. E si che basterebbe punirne alcuni severamente e gli altri smetterebbero - resta sempre il problema di tutta questa gente che sul posto di lavoro anche se presente non fa assolutamente niente - ne conosco.

Cesare007

Mar, 29/08/2017 - 12:28

Mentre gli immigrati fall'Africa possono godere di tutti i privilegi, anche quelli immaginabili, la stretta viene fatta agli Italiani.

jaguar

Mar, 29/08/2017 - 12:50

Si chiude la stalla quando i buoi sono scappati, un classico italiano.

curatola

Mar, 29/08/2017 - 13:19

finchè si retribuirà la pura presenza e non il completamento di un compito liberamente scelto fra quelli proposti dall'organizzazione del lavoro,avremo assenteismi e fancazzismo a spese di pantalone. Finchè ci si avvale sempre e solo dei dipendanti a tempo indeterminato qualunque organizzazione fallirà: bisogna che il lavoro sia legato alla concessione a tempo determinato e assegnata in regime di libera concorrenza fra imprese qualificate e certificate di servizi in regime di noprofit (essendo servizi essenziali sostenuti dalle tasse e non occasioni di lucro fornite dal mercato). Ma questo vanifica il sindacato che si opporrà come si oppone alla partecipazione dei lavoratori al rischio di impresa. Senza una rivoluzione non se ne esce.

mifra77

Mar, 29/08/2017 - 13:20

Bisogna recuperare risorse finanziarie per foraggiare le risorse umane della boldrini e del clericocomunismo. Intanto che scopriamo i malati immaginari con l'algoritmo, potremmo cominciare a controllare i medici dell'Inps che nelle commissioni di controllo e verifica, non hanno nessun tesserino che li identifichi; il malato non sa con chi ha a che fare e quando lo scopre per caso, si accorge che chi ha firmato il verbale, non è la stessa persona che lo ha visitato. Se poi si entra di fronte ad una tavolata di sei/ sette personaggi, magari tutti a presenza pagata e di cui solo due sono la commissione, ti viene da dire:" ma gli altri chi sono? a che titolo sono qui a fare da spettatori?"

Ernestinho

Mar, 29/08/2017 - 14:10

Mamma mia, sto cominciando a tremare!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 29/08/2017 - 15:15

Non ci vuole un cervellone. Soprattutto per le assenze degli statali. Che tutti siano condannabili no, ce ne sono molti stakanovisti, ma quelli che fanno i furbi andrebbero presi e sospesi, ma davvero, non per finta.